VESTONE – Con “Social Work” le imprese della Valsabbia sono solidali

0

La Comunità montana della Valsabbia e “Valle Sabbia Solidale” presentano al territorio le attività e i servizi offerti da “Social Work”, la struttura di servizio al lavoro che nasce a Vestone dopo la chiusura del NIL, il Nucleo Inserimento Lavorativo e che opera in ottemperanza alla legge 68/99.

L’obiettivo principale di questo organismo, creato per supportare le aziende nell’accesso a progetti provinciali e regionali nei procedimenti per l’ottenimento di incentivi o sgravi fiscali e nell’evasione delle pratiche di selezione e gestione delle risorse umane, fornisce consulenza totalmente gratuita alle imprese che, senza alcun esborso, sottoscrivono un accordo. Nell’ottica di un’informazione capillare sul territorio e a beneficio degli imprenditori della valle (il distretto 12 comprende i Comuni da Paitone a Bagolino) sono stati predisposti tre incontri che hanno come finalità principale l’illustrazione dei servizi e delle opportunità offerte.

Il presidente della Comunità montana Ermanno Pasini e la responsabile di “Social Work” di Valle Sabbia Solidale Lorella Angelini accoglieranno i partecipanti ed esporranno le particolarità del servizio offerto. Ogni incontro, a partecipazione gratuita, avrà la durata di un’ora e si concluderà con una degustazione informale di prodotti del territorio. Per consentire l’adesione al maggior numero di imprenditori interessati, sono state individuate tre sedi dislocate: Prevalle, Lavenone e Degagna di Vobarno. In questo modo ogni rappresentante d’azienda avrà la possibilità di scegliere la sede più comoda per vicinanza o agenda.

Sono principalmente due gli ambiti all’interno dei quali lo strumento opera a sostegno delle aziende convenzionate: uno rivolto all’area che comprende i lavoratori dotati di completa autonomia e uno dedicato ai soggetti disabili o svantaggiati, e ad ognuno di essi sono riservate attenzioni e approfondimenti che garantiscono la personalizzazione del servizio e il migliore dei risultati. Numerosi i vantaggi che le imprese possono trarre dalla collaborazione con la struttura.

Dalla completa gestione delle pratiche amministrative e burocratiche nel momento dell’assunzione all’individuazione dei progetti istituzionali che possono erogare doti o contributi al lavoratore o alle aziende, dall’avviamento di tirocini all’inserimento e al monitoraggio dei tirocinanti collocati presso le imprese convenzionate, dall’attivazione di borse lavoro a favore delle donne disoccupate a seguito della maternità all’aggiornamento costante delle normative in merito agli sgravi fiscali e ai contributi, dalla gestione dei lavoratori cassintegrati in deroga attraverso l’attivazione di doti quali ammortizzatori sociali fino alla selezione del personale per assunzione diretta o tirocinio di prova.