BRESCIA e LUMEZZANE – La scienza tra letteratura e contro lo spreco di luci

0

Prosegue per tutto il mese di ottobre il calendario degli appuntamenti scientifici organizzati dall’Unione Astrofili bresciani e Centro studi e ricerche Serafino Zani. Domani sera, giovedì 20 ottobre, alle ore 20,30 nel museo di scienze naturali di via Ozanam, in città, inizierà il corso elementare di astronomia che andrà avanti ogni giovedì fino a dicembre. Il primo incontro, a ingresso libero, sarà dedicato a una lezione spettacolo di Claudio Bontempi dal titolo “Caino e le spine: l’astronomia nella Divina Commedia”.

Venerdì 21 ottobre, invece, al Castello di Brescia è in programma alle 21 una proiezione divulgativa sul tema “Quale futuro per la Terra?” seguita dalle osservazioni astronomiche con i telescopi della Specola “Angelo Ferretti Torricelli”. Per concludere la settimana, sabato 22 ottobre durante la Giornata nazionale contro l’inquinamento luminoso, si terrà alle ore 21 ancora una serata al Castello cittadino. Nell’occasione il responsabile provinciale Luigi Cocca illustrerà con una proiezione quali sono le fonti e gli sprechi delle luci notturne che inutilmente si diffondono verso il cielo e a seguire le osservazioni al telescopio.

Il programma va avanti venerdì 28 ottobre, sempre alle 21 alla Specola Cidnea del Castello per una serata dedicata al cielo stellato dell’inverno e imparare a riconoscere le costellazioni della prossima stagione. Per chi volesse visitare altri planetari, sono ancora aperte le iscrizioni (al Cts tel. 030.41889) per partecipare domenica 30 ottobre a una gita in pullman verso Torino dedicata alla visita delle esposizioni per i 150 anni dell’Unità d’Italia al Planetario di Pino Torinese e al Museo della Montagna. E sempre domenica, stavolta alle 16, si chiude il mese al planetario di Lumezzane per una spettacolare proiezione del cielo stellato dedicata alle famiglie. Sotto la grande cupola, infatti, viene simulata la volta celeste, quella popolata da migliaia di stelle, visibile solo nelle zone più buie. L’ingresso è gratuito.