MILANO – Soldi alle comunità montane, 2 mln di euro a Brescia

0

La Giunta regionale, dopo la proposta presentata dal presidente Roberto Formigoni e dall’assessore al Bilancio, Finanze e Rapporti istituzionali Romano Colozzi, ha approvato la distribuzione di 9,3 milioni di euro alle comunità montane lombarde che garantiranno il funzionamento degli enti territoriali a favore dei servizi importanti per i cittadini, così come le opere di tutela e valorizzazione del territorio di montagna.

“Dopo le ultime disposizioni normative nazionali – ha spiegato Formigoni – molte Regioni hanno deciso di abolire le Comunità montane o modificarle geneticamente, trasformandole in Unione di Comuni. La Lombardia, invece, ha deciso di proseguire con la propria riforma varata nel 2002 all’insegna dell’ammodernamento e responsabilizzazione di questi soggetti istituzionali, attivi nelle aree montane, che coprono il 50% del territorio regionale”.

Le risorse sono state distribuite in base alla popolazione, la densità abitativa, la vastità dell’area e altri valori. “I finanziamenti approvati oggi – ha sottolineato l’assessore Colozzi – sono particolarmente importanti, visto l’azzeramento delle risorse nazionali per la montagna. La nostra riforma ha previsto innovazioni significative anche a livello finanziario: i bilanci delle comunità montane sono confrontabili tra loro, perché basati su parametri standard.

Abbiamo stabilito criteri di efficienza e trasparenza che permettono l’ottimizzazione delle risorse e il controllo delle spese, soprattutto in un contesto così delicato nel settore della finanza pubblica”. Per quanto riguarda la provincia di Brescia, l’Alto Garda ha ricevuto circa 318 mila euro, la Valsabbia 391 mila, Valtrompia 385 mila, Valcamonica 660 mila e il Sebino 223 mila euro.