VAL DI GARZA – Domenica ritornano i marroni per la sagra numero 13

0

Degustazioni, passeggiate gastronomiche, sport e approfondimento per i tecnici. C’è tutto questo e molto altro nell’offerta prevista dalla “Sagra del marrone” che questa domenica 25 settembre aprirà i battenti per diffondere la cultura del frutto autunnale, ma anche incentivarne l’uso nei menù e tra i piatti prelibati da gustare e da molti non ancora conosciuti e mai assaggiati.

La rassegna, giunta alla tredicesima edizione, è organizzata dal comitato della “Sagra del marrone” con il nuovo presidente Jeref Brunori, insieme ai Comuni di Bovezzo, Caino e Nave che ospiteranno gli appuntamenti e l’appoggio della Comunità montana della Valtrompia, Regione e Provincia. La manifestazione, lo ricordiamo era nata da un’idea dell’attuale sindaco navense Tiziano Bertoli che, con la collaborazione del tecnico in Comunità montana Ocildo Stival, aveva deciso di porre a proprio favore il fatto che la Valle del Garza fosse una delle più ricche in Lombardia per le piante di marroni. All’inizio la sagra era circoscritta a piazza Paolo VI, ma poi nel corso degli anni si è estesa fino al trittico di Comuni di oggi.

La nuova edizione, presentata ieri dai sindaci e rappresentanti delle amministrazioni Antonio Bazzani (Bovezzo), Tiziano Bertoli (Nave) e Angiolino Breda (Caino), andrà avanti fino al 16 ottobre tra stand gastronomici, serate musicali, spazi espositivi e degustazioni. E saranno proprio le ultime citate ad aprire la rassegna domenica alle 8,30 alla Pieve della Mitria di Nave in occasione de “Il sentiero del gusto” la passeggiata enogastronomica tra i ristoranti e agriturismi locali che cucineranno piatti a base di marroni. Per iscriversi agli ultimi posti disponibili (22 euro gli adulti e 13 euro i bambini fino a dodici anni) si può contattare il 338.4718636.

Il secondo giorno, domenica 2 ottobre, altro appuntamento di richiamo con “Sul sentiero del marrone” la gara podistica che si svolgerà a partire dal parco urbano “2 Aprile” di Bovezzo. Per la settimana successiva, ancora il parco e piazza via Villa Mattina di Caino ospiteranno caldarroste e vin brulé. Per il 14, 15 e 16 ottobre, giorni in cui si chiuderà la manifestazione, tutti gli eventi si terranno alla Pieve della Mitria di Nave. Il 14 ci sarà un incontro tecnico sul castagno da frutto con il dott. Boriani dell’ufficio sanitario della Regione e il coordinatore Ocildo Stival.

Il 15 e 16, invece, sarà dato spazio agli stand gastronomici, spettacoli di burattini, esposizione dei macchinari per lavorare i marroni e la premiazione dei marroneti più belli. E proprio durante gli ultimi tre giorni, chi fosse interessato a gustare frutti e arte, una guida porterà i turisti per visitare la chiesa. Le avvisaglie per un buon andamento della manifestazione ci sono tutte, anche se la preoccupazione più grande è l’insetto (il cinipide, ndr) che sta distruggendo i marroneti della valle vicino alla Casa della natura nell’ex ovile Rampinelli e su cui i tecnici hanno provato un antidoto. Ma i primi risultati, sperando siano positivi, non si vedranno prima del 2013.

Il programma completo della sagra