LUMEZZANE – Lo sport scende in passerella e il premio vale per 28

0

Esibizioni sul campo, gazebo informativi, atleti giovani e adulti e le molte famiglie accorse sul posto hanno trasformato per la prima volta la frazione di Piatucco in una sorta di mini città dello sport. L’occasione è stata quella di sabato pomeriggio quando si è svolta la prima edizione della “Giornata dello sport lumezzanese”, la rassegna organizzata dall’assessorato competente del Comune con l’Uasl, l’ente che raccoglie le società locali.

Le esibizioni sportive in piazza

Dal primo pomeriggio la piazza antistante le piscine, così come lo stesso impianto balneare, ma anche lo stadio comunale e il centro di tennis, calcetto e bocciodromo di via X Giornate hanno ospitato le discipline delle ventotto associazioni attive sul territorio. Tra queste, karate, pallavolo, tennis, full contact, ma anche nuoto, calcio, rugby e tutte le altre si sono mostrate al pubblico per fare promozione e farsi conoscere meglio.

Gli appassionati, semplici curiosi e chi voleva praticare una disciplina non aveva che l’imbarazzo della scelta tra i ventotto gazebo allestiti nella piazza con gadget, divise di gioco, monitor che mostravano lo sport in azione, ma anche i programmi degli allenamenti e le pratiche per le iscrizioni. Un modo per fare promozione di se stessi, quindi, visto che in Valgobbia sono 980 i ragazzi under16 iscritti alle società e 2258 in tutto il panorama sportivo, ma anche l’occasione per premiare chi ogni giorno si attiva tra i ragazzi per gli allenamenti e, per le squadre, con le gare in trasferta.

Una delle premiazione: "Albatros"

Il momento più suggestivo è stato proprio quello dei riconoscimenti, con l’assessore allo Sport Lucio Facchinetti, il sindaco Silverio Vivenzi con il resto della giunta e il presidente dell’Uasl Elio Pasetti che hanno dato merito alla pratica come attività fisica e strumento di socializzazione. “Tanti mi chiedono di non tagliare sull’assistenza, servizi sociali e l’istruzione – ha detto il primo cittadino in riferimento alle scarse disponibilità del Comune – ma non c’è motivo per cui io debba tagliare anche sullo sport. Vogliamo mantenere l’impegno di tenere ad alti livelli lo sport di Lumezzane”.

Sulle stesse posizioni si è trovato il suo delegato Lucio Facchinetti che ha parlato di una “grande giornata di sport soprattutto per i giovani che devono avvicinarsi alla pratica come socializzazione, ma anche superamento del disagio subito in particolare a quest’età. Chi lavora nello sport lo fa per il paese – ha concluso – e i soldi del bilancio impiegati per questo non sono spese, ma investimenti”. A seguire, la cerimonia di premiazione ha visto salire sul palco i rappresentanti di ogni società, dalla più numerosa “Albatros” del nuoto, al calcio, basket, moto club e altri.