MILANO – Bertoli in Federmeccanica. Guida la “Metra” di alluminio

0

Il franciacortino Bruno Bertoli è il nuovo vicepresidente di Federmeccanica e succede a Giancarlo Dallera, già presidente dell’Associazione Industriale Bresciana, che lo aveva preceduto nella carica.

Bruno Bertoli

Lo ha eletto ieri, insieme ad altri vice per il biennio 2011-12 la Giunta della Federazione che rappresenta 12 mila imprese italiane con più di 900 mila addetti. Bertoli dal 2009 è anche vicepresidente dell’Unione Industriali di Brescia e del Settore sindacale dell’Aib, incarico con cui  ha governato le relazioni industriali locali con rigore ed equilibrio.

62 anni, sposato con due figlie, il neo presidente di Federmeccanica guida la “Metra SpA” di Rodengo Saiano, l’azienda leader nell’estrusione dell’alluminio con 90 mila tonnellate di profilati prodotti ogni anno e 350 mila metri quadri di stabilimenti dislocati in Italia, Polonia e Canada. L’impresa esporta la sua tecnologia in tutto il mondo: il profilato in alluminio, per esempio, è stato scelto per la piramide del museo Louvre a Parigi, la sede del Parlamento europeo di Strasburgo, quella della Regione Lombardia e le nuove costruzioni antisismiche di New York.

Con l’assunzione del nuovo incarico, Bruno Bertoli aiuterà e affiancherà il presidente Pierluigi Ceccardi. Con lui siederanno in giunta anche Simone Bettini, amministratore delegato della “Ross” e presidente di Confindustria Firenze, Domenico Bona direttore delle relazioni industriali di Abb Italia. Stefano Dolcetta presidente di Fiamm e del gruppo metalmeccanici di Vicenza, Giuseppe Donato presidente di Skf Industrie, Roberto Maglione direttore centrale risorse umane di Finmeccanica, Carlo Mazzoleni presidente della “Mazzoleni Trafilerie Bergamasche” e di Confindustria Bergamo, Fabio Storchi presidente e amministratore delegato di “Comer Industries” e Alberto Zamperla presidente della Antonio Zamperla (in rappresentanza della piccola industria).