NAVE – Notte di chiamate per il maltempo. Si va verso la normalità

0

Come previsto, su tutta la zona alpina e prealpina si sono abbattuti nella scorsa notte gli annunciati temporali che hanno posto fine alle giornate di caldo africano delle ultime settimane. Pioggia e vento non hanno risparmiato la Valtrompia e in alcune zone si sono registrati ingenti danni.

La più penalizzata è stata la Valle del Garza con le più colpite Muratello e Cortine di Nave dove sono dovuti intervenire gli uomini della Protezione civile supportati dai gruppi di Caino, Bovezzo, Concesio e Chiari. Molto lavoro anche per i Vigili del Fuoco che, con l’ausilio delle idrovore, hanno prosciugato cantine e garage dove, in alcuni casi, l’acqua aveva raggiunto il metro e mezzo di altezza.

Numerose le chiamate al centralino della base operativa della Protezione Civile situata nella zona industriale di Nave; per tutta la notte sono giunte decine di chiamate. Un’ottantina gli interventi effettuati per garage e scantinati allagati. Anche il sotterraneo del Municipio, dove è collocato l’archivio comunale, è stato invaso dall’acqua. Gli interventi tempestivi del personale comunale, della Protezione civile e dei Vigili del fuoco hanno consentito di contenere i danni.

Le ruspe hanno lavorato tutta la giornata per liberare dal fango le strade principali e le vie interne di Nave e Cortine invase dal fango fuoriuscito dai tombini letteralmente “scoppiati”. Nel pomeriggio un graduale ritorno alla normalità. Per tutta la notte è stato presente il sindaco Tiziano Bertoli che si è recato personalmente nei luoghi dove si registravano le maggiori difficoltà. La situazione è stata costantemente monitorata e, nel pomeriggio, la viabilità è tornata più fluida sull’arteria principale che collega alle Coste di Sant’Eusebio e sulle strade interne che, nella notte, si erano trasformate in fiumi di acqua e fango.