Una patente per guidare il trattore

0

Confagricoltura Lombardia si pronuncia sulla proposta di obbligare i conducenti di mezzi agricoli a conseguire un’autorizzazione specifica: “Rimaniamo perplessi davanti alla possibilità, in discussione presso la Conferenza Stato Regioni – si legge nella nota – che venga prevista, ai fini della sicurezza sul lavoro, una specifica abilitazione anche per l’utilizzo dei normali trattori agricoli”. E’ il commento del presidente di Confagricoltura Lombardia Sergio Cattelan, in merito alla possibile applicazione dell’art. 73 del decreto legislativo 81/2008.

Il codice della strada prevede che per la guida di tali mezzi sia sufficiente il possesso della patente B e quindi gli operatori già ricevono una specifica formazione per la loro circolazione su strada” prosegue il presidente di Confagricoltura Lombardia “ed è evidentemente paradossale che si possa richiedere un’ulteriore formazione anche per operatori che vantano una esperienza pluriennale nell’utilizzo di questi mezzi di lavoro”.
Ringrazio quindi l’assessore all’Agricoltura della Regione Lombardia Giulio De Capitani che ha condiviso la nostra proposta di limitare eventualmente tale obbligo formativo unicamente ai neopatentati” – conclude Sergio Cattelan –“auspicando che la nostra Regione si adoperi affinché non venga avallata una decisione che rappresenterebbe un ulteriore aggravio burocratico per le aziende, senza portare ad alcun reale beneficio in materia di sicurezza”.