BRESCIA – Risultati ok per “Sblocca Crediti” e la CdC lo ripropone

0

Lo “Sblocca crediti” può continuare la sua attività di sostegno alle imprese. Il messaggio che rappresenta una boccata di ossigeno per le realtà di settore è stato lanciato dal vicepresidente dell’Associazione Artigiani e membro della giunta nella Camera di Commercio Bortolo Agliardi durante la presentazione dei risultati operativi dell’iniziativa.

“E’ un progetto che ha funzionato e andrà avanti anche nei prossimi mesi grazie ad una proroga e agli ottimi traguardi raggiunti” ha spiegato in merito al progetto realizzato dall’ente commerciale per sostenere le piccole e micro imprese che vantassero crediti scaduti con le pubbliche amministrazioni fino a 15mila euro e che queste non possono saldare per i vincoli del Patto di stabilità.

“Nella nostra provincia 120 aziende hanno aderito all’iniziativa che ha potuto far respirare le loro casse – ha continuato – ben studiato nella forma e per questo apprezzato. Il principale punto di forza è la rapidità di erogazione e possibilità di accedere alla copertura per ogni fattura in sospeso, senza il cumulo dei crediti che porterebbe rapidamente allo sforamento del tetto dei 15mila euro”. E trattando il tema, il vicepresidente degli Artigiani è entrato nei dettagli.

“Unioncamere Lombardia ha creato un fondo rotativo di 10 milioni di euro in Unicredit: quando l’azienda accede al programma ‘Sbloccacrediti’, la banca anticipa il credito all’impresa, senza oneri o interessi, con cui può pagare dipendenti e fornitori e nel frattempo lavora verso il Comune lombardo debitore per ottenere il rimborso. Quando l’amministrazione sblocca i fondi – ha concluso Agliardi – la banca li versa di nuovo nel fondo per continuare a sostenere le imprese in difficoltà a causa anche dei ritardi degli stessi Comuni”.