BRESCIA – Musei gratis e sconti ad hoc per Santa Giulia nell’Unesco

0

Un mese e dieci giorni dopo la decisione di inserire il complesso museale di Santa Giulia e il Capitolium tra i patrimoni culturali mondiali riconosciuti dall’Unesco (era il 25 giugno), la Fondazione di Brescia Musei che gestisce gli omonimi Civici vuole regalare ai turisti e cittadini della provincia un tour gratuito o con sconti lungo lo stesso monastero e le altre attrazioni del paese.

L’iniziativa, partita oggi e in corso fino all’11 settembre, prevede l’apertura gratuita per i giovani fino a 30 anni, gli ultra 65enni e tutti i dipendenti comunali con i loro familiari, mentre per gli altri visitatori sarà disponibile un biglietto ridotto. “Vedere un sito bresciano nella World Heritage List dell’Unesco mi ha riempito d’orgoglio – ha detto il sindaco Adriano Paroli – ed è un riconoscimento che la nostra città aspetta da anni, ma finalmente siamo riusciti a raggiungerlo”.

E il primo cittadino ha invitato, però, a non fermarsi sull’ambito traguardo. “Non dobbiamo sederci sugli allori e guardarci troppo allo specchio – ha continuato Paroli – perchè Brescia come patrimonio mondiale dell’umanità deve essere un punto di partenza, uno stimolo per rilanciare la sua arte e cultura. Abbiamo un centro storico che è tra i più belli d’Italia, ma noi bresciani spesso ce ne dimentichiamo o non ne apprezziamo il reale valore. Questa apertura straordinaria vuole dare un input importante per i turisti e i nostri concittadini che durante i mesi estivi vogliono riscoprire le bellezze di Brescia”.

E alle parole del sindaco sono seguite anche quelle del competente in materia, l’assessore alla Cultura e Turismo Andrea Arcai. “Siamo giunti a un punto di non ritorno – ha spiegato il delegato di Palazzo Loggia – e dopo il rilancio di Brescia come città d’arte e meta turistica, grazie a questo riconoscimento ci attendiamo un incremento consistente di visitatori. Ora dovrà farsi trovare pronta e non ho dubbi sul fatto che ci riusciremo”. L’iniziativa culturale segue la mostra su Matisse che in Santa Giulia ha avuto un record di visitatori, secondo solo al “Maxxi” di Roma, e “con questo vogliamo incentivare i nostri cittadini ad ammirare l’arte della propria casa” ha concluso Arcai.