BRESCIA – Intesa Miur e Regione: 118 milioni per innovare

0

E’ stato pubblicato oggi sul Bollettino Ufficiale il bando dell’accordo di programma raggiunto fra la Regione Lombardia e il Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca per sostenere progetti di collaborazione, ricerca e sviluppo. La notizia è stata diffusa da “Gruppo Impresa” che vuole informare come il bando promuova l’aggregazione tra le piccole e medie imprese lombarde e favorisca la sinergia con il mondo accademico e scientifico.

118 milioni per i progetti delle Pmi

Per il progetto sono stati investiti 118 milioni di euro, di cui 59 a carico del Pirellone, che saranno destinati per finanziare lo sviluppo di un nuovo prodotto, un processo o un servizio innovativo nell’agroalimentare, aerospaziale, edilizia sostenibile, automotive, energia e fonti rinnovabili, biotecnologie, Ict, materiali avanzati, moda e design, meccanica di precisione, metallurgia e beni strumentali. Le domande, come ha fatto sapere la società bresciana che si occupa di consulenza specializzata nel campo della finanza agevolata, possono essere presentate da partenariati di imprese composti da almeno tre Pmi, o in alternativa, due associate con grandi imprese e organismi di ricerca”.

L’agevolazione abbina un contributo a fondo perduto (fino a un massimo del 40% delle spese ammissibili) a un finanziamento agevolato al tasso dello 0,5% (fino ad un massimo del 55%), ma l’intervento concesso per ogni singolo progetto dovrà coprire almeno 500mila euro di spesa e non superare i 2 milioni. Per aprire la pratica le spese nell’innovazione devono essere fatte dopo la presentazione della domanda ed entro il secondo anno dall’approvazione del progetto.

L'accordo tra il Ministero e la Regione

Il bando prevede costi ammissibili per il personale, la strumentazione e le attrezzature, la ricerca contrattuale, le competenze tecniche e i brevetti, acquisiti o ottenuti in licenza da fonti esterne, i costi dei servizi di consulenza, altri costi di esercizio e le spese generali. La società rende anche noto che dal 2003 la Regione ha già concesso oltre 25 milioni di euro di contributi per l’aggregazione di imprese bresciane e 138 milioni a livello lombardo, sulle misure per l’eccellenza dei Metadistretti e le Aree Tematiche Prioritarie.

E se i pronostici rispettano quanto successo con i bandi del passato, nei prossimi mesi alle imprese bresciane potrebbe essere destinato il 18% delle risorse regionali. Dei 176 progetti finanziati complessivamente in Lombardia, infatti, 34 avevano proprio un capofila locale. Il “Gruppo Impresa”, per questo motivo, ha invitato gli imprenditori a trovare idee e partner con cui presentare un progetto innovativo e presentare la domanda dal 15 settembre al 23 novembre.