PONTE DI LEGNO – 100 anni di Sci Club: mostre e convegni fino a dicembre

0

Mostre celebrative, un tesseramento speciale, la rievocazione del “Trampolino Gigante” e poi, ancora, un convegno, una fiaccolata e una cerimonia di premiazione. Lo Sci Club camuno festeggerà così il suo centenario di fondazione grazie a un ricco calendario di eventi presentato ieri al Palazzo Pirelli di Milano. A fare gli onori di casa è stato l’assessore bresciano allo Sport e Giovani della Regione Lombardia Monica Rizzi, affiancata dal collega per il paese Bortolo Faustinelli, il presidente della società sportiva Walter Maculotti e il direttore di Adamello Ski Maurizio Andreotti.

“Questa terra stupenda, dalle radici antiche e che ha anche dato il simbolo alla Lombardia – ha iniziato la Rizzi – sta riscoprendo la sua vocazione naturale che è quella turistica. La Regione ha sempre creduto molto allo sviluppo di quest’area, al ‘grande sogno’ del comprensorio. Tutte queste importanti iniziative per il centenario – ha proseguito l’assessore – dimostrano quanto voi crediate in questo territorio, ma anche quanto si possa mettere sotto la lente a livello internazionale una zona molto ammirata da chi ama sciare e sciare bene”.

E lo stesso assessore ha fatto un appello anche ai residenti della zona. “E’ necessario credere in questa terra – ha sottolineato ancora la Rizzi – che non può che avere come motore di sviluppo il turismo, lo sport e la buona cucina con i prodotti tipici. Credere in questo settore significa anche permettere agli abitanti della valle di rimanere a vivere nella propria terra”. Nel corso della presentazione è stato poi letto un messaggio suggestivo, arrivato direttamente dal ministro degli Esteri Franco Frattini, che ricorda come “si celebri un secolo di successi e storie di uomini dense di passioni e valori, come quelli dello sport alpino, che io condivido e ai quali faccio riferimento in ogni momento della vita privata”.

E la prima iniziativa è in programma proprio oggi quando sarà inaugurata una mostra, articolata in quattordici postazioni collocate nei punti strategici del paese camuno, così come nelle frazioni di Zoanno, Precasaglio e Pezzo, per raccontare con testi e immagini le tappe della storia dello Sci Club. Insieme a questa, verrà aperta anche un’esposizione di cimeli storici per dare poi il via a un tesseramento speciale per il Centenario. Una delle manifestazioni più significative, però, sarà quella del 7 agosto per la rievocazione notturna del “Trampolino Gigante”, definito Littorio ai tempi del fascismo e inaugurato nel 1929 come vero simbolo dell’attività dello Sci Club.

Tra settembre e ottobre il programma prevede un convegno sul tema “Lo sci ieri, oggi e domani” con l’atteso intervento di alcuni dirigenti e tecnici federali, mentre il Palazzetto dello Sport il 23 dicembre ospiterà la cerimonia ufficiale di celebrazione del secolo, con la consegna dei riconoscimenti a chi ha contribuito alla storia del club sportivo. La chiusura sarà affidata, il 30 dicembre, alla Fiaccolata del Centenario, che attraverserà il Tonale, Corno d’Aola, Valbione e proprio Ponte di Legno.