LODRINO – Inaugurata la pista che unisce Valtrompia e Valsabbia

0

Una pista ciclopedonale di 25 chilometri collegherà Lodrino alla Valsabbia e il taglio del nastro è stato affidato a due personaggi  d’eccezione: il “Gnaro” Silvio Mondinelli e Franco Solina. L’opera, dal parco del Lembrio di Brozzo, passando per le località Cucca e Feifo, congiunge Lodrino all’altra valle arrivando a Casto, Alone e Comero.

E’ stata inaugurata nei giorni scorsi alla presenza di numerose autorità locali e provinciali, tra cui i sindaci dei due paesi interessati, l’assessore di Palazzo Broletto Aristide Peli, il presidente della Comunità montana della Valtrompia Bruno Bettinsoli e quelli del Cai Gardonese e Savallese. Si tratta di strade rurali recuperate, riqualificate, messe in sicurezza e trasformate in comode piste ciclabili larghe due metri. Si potranno percorrere in bicicletta oppure, per gli appassionati di jogging, a piedi.

L’opera è stata voluta dal Consorzio Forestale Nasego di Fausto Pintossi, nato nel 2005 grazie alla sinergia dei comuni di Lodrino, Casto, Mura e delle due Comunità Montane di Valtrompia e Valle Sabbia. Il costo complessivo del progetto si aggira sui 350 mila euro; il 70% finanziato dalla Regione Lombardia, la restante somma in carico ai comuni di Lodrino e Casto ed una parte proveniente anche da società private quali la Rafmetal Spa; la Valle Duppo Trap; l’Associazione Alpini di Casto e la Polisportiva Lodrinese.

Dopo il taglio del nastro, c’è stata la salita al Rifugio Nasego per il pranzo e la presentazione del volume curato da Maura Abati “Nasego…natura, cultura e sport in una terra da scoprire” che vuole valorizzare tutte le località turistiche di cui abbonda la zona. Un altro modo, insomma, di incrementare il turismo e far emergere quegli angoli poco conosciuti anche dai residenti. Il complesso “Selvaggi Band” ha poi allietato gli ospiti con alcuni brani tratti dal loro ultimo album “Quart dé Lüna”.