LUMEZZANE – La festa dei pompieri per 10 anni contro le “fiamme”

0

I vigili del fuoco da stasera ai palazzetti polivalenti di Gazzolo festeggiano dieci anni tra incendi spenti, assistenza alle persone, allagamenti, evacuazioni e tutte le attività di soccorso che hanno richiesto il loro aiuto. L’idea, lanciata nel 2001 da Paride Maccarinelli (oggi a capo della Protezione Civile Lumezzane Onlus) con altri 200 ragazzi appena maggiorenni disposti a tutto sull’onda dell’entusiasmo giovanile per aiutare le persone in difficoltà, era arrivata dopo che la Valgobbia veniva servita dai mezzi e uomini di Brescia, rischiando così di allungare i tempi in caso di grosse necessità.

Il capo del distaccamento Dario Lentini

“Eravamo partiti allo sbaraglio senza appoggi e formazione – dice il capo distaccamento Dario Lentini tra i fondatori del corpo locale – e questo ci ha portato anche a commettere alcuni errori durante la gestione delle nostre attività, legati spesso all’esaltazione di gioventù”. E così, infatti, anche per pagare le spese del primo mezzo, si muovevano su tutti i fronti tra il tagliare le piante di chi chiedeva aiuto o riempire le buche delle strade che li portava spesso a fare cose diverse dalla loro competenza.

“Da allora, però, le cose sono cambiate – ha commentato ancora Lentini – perchè oggi il personale è preparato e formato per fronteggiare qualsiasi tipo di emergenza, tanto che a volte siamo chiamati anche per affiancare quelli di Brescia e insegnare in altri distaccamenti”. E’ anche vero che il lavoro del vigile del fuoco comporta molti sacrifici, turni notturni e feste a mezzo servizio che possono essere appagate solo con la passione. Per questo motivo, dei 200 volontari iniziali, oggi ne sono rimasti 34 tra 3 capi squadre e trenta uomini e la continua ricerca di nuove leve, anche se il numero esiguo rafforza l’unione. “Il fatto di essere tra di noi (cinque squadre formate da sei persone) – ha spiegato il capo distaccamento in carica da oltre sei mesi – ci dà la possibilità di essere uniti e confrontare su tutte le nostre attività”.

Dagli ultimi dati, intanto, è emerso che solo nel 2010 sono stati fatti 240 interventi e oggi il corpo valgobbino di stanza in via Moretto a San Sebastiano può contare anche su tre mezzi (un camion, un defender e una Punto) cui si è aggiunto un carrello, donato recentemente da un anonimo valgobbino e in esposizione durante la festa, che sarà usato per affrontare al meglio gli allagamenti e incendi boschivi. E nonostante qualche diatriba interna che ha portato due anni fa alla costituzione dei “Sostenitori Vigili del Fuoco Lumezzane” presieduta dal volontario Mauro Bossini, oggi il gruppo continua anche con la promozione nelle scuole e verso le nuove generazioni come con l’iniziativa rivolta ai bambini per “diventare pompieri” e che sarà riproposta quest’anno.

Da non dimenticare, infine, il gemellaggio avviato nel 2002 dall’ex capo distaccamento Paride con il comando “Ladder 20” di Gary Iorio a New York in seguito alla tragedia delle Torri Gemelle e che porterà anche il prossimo settembre diversi volontari oltre oceano. Entrando nel merito della festa, organizzata dai “Sostenitori dei Vigili del Fuoco” con il patrocinio del Comune e la collaborazione di altre associazioni, saranno quattro giorni di musica, divertimento e arte.

Si parte stasera alle ore 19 quando sarà aperto lo stand gastronomico e a seguire dalle 22 un po’ di musica afro con Dj Martin e Dj Remonz. Domani si ricomincia alle 12 ancora con lo stand per il pranzo e poi nel tardo pomeriggio l’happy hour prima della cena e una serata ancora a base di musica con la cover band “Dirty Trio”. La rassegna festiva, però, si concentrerà soprattutto domenica con una messa alle 11 celebrata proprio nel polivalente seguita da un’esibizione acrobatica di alcuni vigili del fuoco che formeranno la “scala controventata”.

Nel pomeriggio, invece, alle 15 ci sarà la simulazione di un intervento con la Croce bianca locale e la sera, dalle 20, prima un’asta di beneficenza per dodici quadri sul tema dei vigili del fuoco realizzati da 14 artisti bresciani (alcuni anche valgobbini) e che saranno venduti dopo l’esposizione e poi lo spettacolo comico “Profondo Nord” con Giorgio Zanetti. Lunedì 25 luglio la festa si chiuderà con la musica di Gino de Gonzales e l’estrazione dei premi a partire dalle 21,30. Per prenotare lo spiedo in programma durante il pranzo di domenica si può contattare dalle ore 20 alle 22 il 331.5775551.