BRESCIA – 10 anni di “BexB” per un futuro tra filiali e tecnologia

0

La crisi di liquidità e la stretta creditizia senza precedenti sembrano essere state meno dolorose per centinaia di piccole e medie imprese che, lo scorso 14 luglio, si sono riunite al Museo Mille Miglia per celebrare i dieci anni di attività della rete “BexB” (Business Exchange Business), la società bresciana che dal 2001 aiuta oltre 2mila aziende sparse per l’Italia, in 160 settori diversi, a vendere prodotti e acquisire nuovi clienti.

Imprese a confronto il 14 luglio

Per questo motivo gli associati hanno sfruttato l’occasione per parlare di affari senza tirare fuori un centesimo, ma solo scambiandosi beni e servizi con la “compensazione multilaterale”, cioè pagando i propri acquisti creando nuovi rapporti di vendita nella rete. In parole più semplici si potrebbe parlare di “baratto”, ma in questo caso le aziende che mettono a disposizione i propri prodotti non sono poi costretti ad accettare la merce dell’acquirente come contropartita, compensandola invece con l’acquisto di altri beni e servizi necessari presenti nel network.

Il bilancio decennale dell’azienda, tra l’altro, parla di risultati positivi, essendo stato l’anno scorso “luogo” di incontro e scambio tra gli associati per 45 milioni di euro, con una crescita dell’8% rispetto all’anno precedente e nuovi obiettivi: il più ambizioso è l’apertura di oltre 30 filiali su tutto il territorio nazionale per favorire lo sviluppo capillare del mercato e dei distretti locali. L’altra importante novità, presentata proprio durante il meeting di metà luglio alle 108 aziende che sono arrivate da tutta Italia, è l’anteprima della piattaforma tecnologica che sarà messa a disposizione degli associati per assicurare un servizio ancora più efficiente, interattivo e funzionale.