LUMEZZANE – Il tabacchino di via Gnutti contro la sosta a pagamento

0

La nuova viabilità adottata ieri nei parcheggi al Villaggio Gnutti, con la disponibilità dei “Gratta e Sosta” (0,50 euro per mezzora e 1 euro all’ora) in alcuni esercizi della zona (bar Tizi e St Gregory, bar Elegant, nella stessa tabaccheria e nel bar interno alla fondazione Maugeri), sta creando dell’amaro in bocca soprattutto ai commercianti a pochi minuti dall’entrata in vigore.

Il tabacchino "sfida" la sosta a pagamento

Un segnale, infatti, è stato lanciato già ieri mattina da Milena Beccalossi, la titolare dell’omonima tabaccheria di via Gnutti che presenta davanti oltre una ventina di stalli di sosta blu, quindi a pagamento. “Sono l’unica tabaccheria in tutta Lumezzane che li avrebbe – ha lamentato la titolare – e questo lo trovo discriminante. Abbiamo raccolto firme (poi archiviate) dando voce ai clienti abituali che sono tutti contrari perché dovrebbero aprire il portafoglio già prima di entrare in negozio o, come alternativa, andare negli altri 25 esercizi dove non si paga”.

E nonostante i primi 15 minuti siano gratuiti, pur se registrati con il disco orario, alla Beccalossi non basta. “Oltre ai soliti servizi – ha continuato l’esercente – qui si possono acquistare capi di abbigliamento e giocare al lotto, spesso con file di clienti che aspettano e renderebbero quindi insufficiente la sosta gratuita di un quarto d’ora”. E a questo la titolare aggiunge anche un vizio di forma visto “che l’area davanti al negozio è definita privata per uso pubblico – ha detto – e il Comune non può lucrarci, ma fanno finta di non capire”.

Il parcheggio al coperto gratis 24h

E allora qual è la proposta? “Noi chiediamo di mettere il disco orario di mezzora per ottenere gli stessi risultati che l’amministrazione potrebbe raggiungere senza mettere le mani nelle tasche dei cittadini e ridurre in ginocchio un’attività commerciale”. Gli obiettivi prefissati da via Monsuello sia in consiglio comunale che nelle commissioni competenti sono l’uso strategico del parcheggio coperto disponibile e gratuito 24 ore su 24 ed evitare la congestione di una zona considerata il polo centrale del paese per i servizi sociosanitari presenti (“Le Rondini”, i consultori, la “Maugeri”, l’Asl, le scuole e la farmacia).

E il sindaco Silverio Vivenzi si è mostrato conciliante. “E’ una sperimentazione che di fatto non c’è perché la viabilità della zona è sempre pronta ai cambiamenti se necessario – ha spiegato il primo cittadino – ma comunque la proposta dei 15 minuti gratuiti è stata fatta proprio dal tabacchino e il passaggio alla mezzora gratuita è solo un dettaglio. Chi vuole stare di più può andare al parcheggio coperto. Se dobbiamo modificare qualcosa – ha concluso – possiamo sederci a un tavolo perché non andremmo mai contro i nostri cittadini e le “nostre” attività commerciali”.