GARDONE VT – I disabili al centro e Londra 2012 aspetta la Novaglio

0

Tiro a segno e disabilità saranno i protagonisti questo fine settimana nel Comune triumplino dove, presso il campo da tiro di via Artigiani, si svolgeranno i campionati italiani a squadre per carabina e pistola, organizzati dalla Polisportiva disabili della Valcamonica. Da domani, venerdì 17 giugno alle ore 14, a domenica 18 giugno quando dopo mezzogiorno sono attese le premiazioni finali, la sede gardonese ospiterà l’appuntamento che si avvale del sostegno anche della Regione Lombardia, Comunità montana della Valtrompia e l’azienda locale produttrice di armi “Beretta”.

Pamela Nogaglio punta a Londra 2012

E tra le decine di partecipanti alla kermesse in arrivo da ogni parte d’Italia, ci sarà anche Pamela Novaglio, l’atleta di Sarezzo che cercherà di raggiungere il punteggio massimo di 10.9 per staccare il tagliando verso le olimpiadi estive di Londra del 2012. Si tratta di una competizione che, aldilà delle gare davanti al bersaglio, avrà una grande valenza sociale come ha sottolineato anche la presidente della commissione Sanità e Assistenza in Regione Lombardia Margherita Peroni.

“Abbiamo bisogno di porre la massima attenzione sul tema disabilità – ha commentato – e il piano d’azione regionale va dal sociale all’assistenza, dallo sport al tempo libero perché non c’è vera attenzione su questo tema se non si spazia a tutto campo”. Nel team organizzativo compare anche il presidente del tiro a segno locale Emilio Bertella, con il patrocinio del Comune locale guidato da Michele Gussago e tramite l’assessore allo sport Germiliano Zoli che hanno voluto rimarcare la bontà del campionato e la sua importanza per il territorio.

La cerimonia di apertura sarà impreziosita dalla presenza del presidente della Fispes Sandrino Porru, la Federazione italiana degli sport paralimpici e sperimentali e a seguire il “trofeo Cassata” indipendente dal torneo che entrerà nel vivo sabato dalle 9. Durante la competizione ci sarà la possibilità per tutti gli appassionati e gli stessi iscritti di visitare il museo delle Armi e della tradizione armiera di via XX settembre che rimarrà aperta nei tre giorni.