MILANO – 150mila euro alla Famiglia. Ora un tavolo Regione-Provincia

0

Continua il sostegno della Regione Lombardia verso la realtà dei giovani e dei progetti che li riguardino in prima persona. Il nuovo intervento positivo è arrivato oggi, mercoledì 15 giugno, dalla giunta che ha deliberato 150mila euro per finanziare il “Progetto Famiglia” promosso con un protocollo d’intesa firmato tra lo stesso Pirellone e la provincia di Brescia. “Si tratta di una cifra importante – ha commentato l’assessore competente Monica Rizzi – che evidenzia la concretezza delle azioni della Regione a favore dei giovani e la forte volontà di sostenere progetti meritevoli come questo, in piena sinergia con i territori interessati.

E con questa iniziativa – ha continuato la delegata bresciana – il nostro si conferma ancora una volta un territorio fortemente attento e sensibile alle esigenze del mondo giovanile e partner ideale per l’attuazione delle politiche in favore di questo settore”. Il progetto, infatti, che richiede un investimento totale di 195mila euro, prevede una serie di attività che possa aiutare i ragazzi a maturare la propria consapevolezza e stimolare il loro desiderio di una cittadinanza attiva e una maggiore partecipazione alla vita della comunità.

Per questo, in particolare, sono previste azioni di sostegno alla famiglia mirate alle fasce giovanili “per renderle protagoniste attive della società in quanto risorsa da valorizzare e tutelare”, attività di mediazione per sostenere eventuali situazioni critiche che si formano nei nuclei familiari e una serie di azioni socio educative per la promozione del benessere dei giovani. “Ritengo che la centralità del ruolo del territorio nell’attuazione del progetto – ha sottolineato l’assessore – ne costituisca l’autentico punto di forza”.

Oltre alla provincia, saranno coinvolti anche Darfo Boario Terme, Montichiari, Brandico, Palazzolo e le Comunità montane della Valtrompia e Valsabbia. Entrando nel merito dell’iniziativa, il “Progetto famiglia” coinvolge azioni specifiche per la rete delle associazioni giovanili, società sportive e volontariato, interventi in ambito scolastico e il supporto ai genitori nel rapporto con i figli durante l’età adolescenziale, quelle di accompagnamento e orientamento al lavoro e i percorsi formativi e socio educativi per le giovani coppie nella costruzione dei percorsi di vita e futuri genitori. Per la realizzazione del progetto, che si concluderà entro l’agosto del 2012, sarà costituito un tavolo tecnico tra Regione e Provincia e le autorità coinvolte.