LONATO – La memoria di Nember e Bosio è un trofeo a colpi di piattello

0

E’ stata una suggestiva e anche prestigiosa giornata di sport quella che si è svolta la scorsa domenica 22 maggio al campo di tiro del “Trap Concaverde”, sul lago di Garda, in occasione della manifestazione di tiro al piattello valida per il “3° Memorial Adriano Nember” e per la prima edizione del “Trofeo Leardo Bosio”. La competizione, dedicata alla specialità “skeet” sulla distanza di cinquanta piattelli per tutti e seguita anche da un pranzo condiviso, ha richiamato 111 appassionati tra cui un ospite speciale, ovvero il Principe del Dubai Almaktoum Saeed arrivato sul lago con la propria squadra degli Emirati Arabi Uniti.

Il podio finale del torneo

Il programma della giornata ha previsto, all’inizio, le eliminatorie dei cinquanta piattelli e poi un’ulteriore serie da venticinque che ha coinvolto i primi sei tiratori di ogni categoria per l’assegnazione del trofeo Adriano Nember e Leardo Bosio. E al termine della competizione, nella categoria massima rappresentata dall'”Ecccellenza”, sul gradino più alto del podio è salito proprio il principe del Dubai Almaktoum che, con 24 piattelli colpiti su 25, ha dovuto effettuarne altri quattro di spareggio prima di avere la meglio su Sandro Bellini giunto da Montecatini e sul bergamasco Mauro Mazzoleni, sempre presente negli appuntamenti clou.

Tra i risultati finali, nella prima categoria si è registrata la vittoria di Sebastiano Ambruoso alfiere del Concaverde, seguito al secondo posto da PierGiovanni Nesti giunto dalla Toscana e poi, sul terzo gradino, l’ex tiratore della nazionale italiana Eugenio Corti di Lecco. In seconda categoria, invece, c’è stato lo scontro tra i veneti Gianni Candiago ed Ennio Quadranti con il primo che l’ha preceduto sul podio e la “medaglia di bronzo” al tiratore bresciano di nota esperienza Danilo Rizzini. In terza, il bergamasco Corrado Innocente ha avuto la meglio sul bresciano pluri campione italiano di Federcaccia Alfredo Cartella e sul milanese Pasquale La Rocca.

Poi, ancora, tra i veterani il piemontese Franco Guarino ha vinto di misura sul bresciano Nazzareno Ferlinghetti e il conterraneo Marco Allasia. Per la categoria dei master, infine, Giovanni Gattoni si è aggiudicato i trofei lasciandosi alle spalle i veneti Giuseppe Vialetto e Giancarlo Innocenti. Una menzione particolare meritano anche la categoria delle donne e dei giovanissimi: nel primo caso, tra le “Lady”, Mhabel Becchi di Mantova l’ha spuntata ai danni della veneta Daniela Dalla Gassa, mentre negli “Junior” si sono classificati ai primi due posti i veneti Eugenio Ferrari e Andrea Dal Maso, concedendo solo il terzo posto al bresciano Marco Contenti. Alla conclusione della rassegna sportiva, tutti tra tiratori e accompagnatrici si sono riuniti per una festa ricordo, mentre i famigliari di Adriano Nember e Leardo Bosio, cui è stata dedicata la giornata, hanno rinnovato l’appuntamento per il prossimo anno.