COLLIO – Venerdì parte la prima edizione della fiera sulla caccia

2

Dopo tanti anni di richieste e programmazione, da venerdì 27 maggio la “Fiera della caccia e della montagna” diventerà una realtà nata non solo per far conoscere meglio un settore spesso messo al muro dalla legge, ma anche per aumentare il livello di stagione turistica di una zona che nell’ultimo periodo non ha risposto alle attese sperate. E’ questo, quindi, l’incipit della prima edizione della rassegna che aprirà i battenti in alta valle venerdì alle ore 10 promossa dalla “Pro Loco Collio Vt” e caldeggiata dall’assessore provinciale alla Caccia Alessandro Sala e dal presidente della società protagonista Marzio Facchini che la definisce una pietra miliare per la rinascita del turismo.

La fiera darà la possibilità a tutti gli appassionati e semplici curiosi di approfondire o avvicinarsi per la prima volta al mondo delle armi con l’azienda di Battista Rizzini vero fiore all’occhiello nell’eccellenza dei fucili da caccia e tiro, così come le altre aziende valligiane che esporranno le loro ultime creazioni presso il centro congressi locale. Altre soluzioni e offerte per i seguaci di Diana arriveranno dalle oltre trenta realtà produttive di accessori e abbigliamento che porteranno i loro prodotti appena presentati alle fiere di Vicenza, Norimberga ed “Exa” a Brescia. In più, la presenza delle associazioni venatorie aiuterà i più di 2mila cacciatori tra Collio, Bovegno, Pezzaze, Marmentino, Tavernole, Lodrino e Marcheno a destreggiarsi tra i gazebo e rendere loro appetibile l’offerta fieristica.

Entrando nel merito del programma, la rassegna durerà fino a domenica 29 maggio per tre giorni di caccia, armi, concorsi, gare e dibattiti. Il primo, venerdì 27, dopo l’apertura alle 10, si terrà il taglio del nastro per l’inaugurazione ufficiale con le autorità e nel pomeriggio alle 15 un dibattito pubblico sul tema “Caccia in montagna: quale futuro?” al quale parteciperanno l’assessore alla Caccia della provincia Alessandro Sala, il consigliere regionale con la stessa delega e relatore sulle deroghe Alessandro Marelli e le associazioni venatorie di Federcaccia, Arcicaccia, Anuu e Acl. Il giorno dopo, sabato 28, si parte all’alba con una gara di canto riservata a sette specie diverse di uccelli canori, seguita dalle premiazioni e dall’assoluta novità del soft air, un gioco di guerra condotto non su un videogame ma dal vivo a contatto con la natura.

Domenica 29, ultimo giorno della rassegna, alle 10 si terrà una manifestazione simpatia con il primo trofeo del Bastardino e un’esposizione canina seguite dalle rispettive premiazioni. Dopo l’estrazione di una sottoscrizione a premi, infine, alle 20 calerà definitivamente il sipario sulla prima edizione per la caccia. Parallele a questi eventi, ci saranno anche alcune manifestazioni permanenti che rimarranno attive nei tre giorni. Al centro congressi saranno esposte armi da caccia e sportive, mammiferi e uccelli imbalsamati, uno stand della provincia e dell’ambito territoriale di caccia unico, la bottega di incisioni, una postazione di tiro laser su schermo gigante e gazebo sul turismo venatorio e la mostra del libro con l'”Editrice Grafo”. Nello stesso padiglione si potrà anche fare il tiro a carabina con l’aria compressa e con armi soft air.

Nella zona esterna e nel “Parco Cugol”, invece, saranno presenti le associazioni venatorie, postazioni da caccia naturali e assemblabili, una mostra di mercato per l’abbigliamento e gli accessori da caccia, escursionismo e trekking e prodotti e articoli per uccelli da richiamo e i cani. Il venerdì e sabato sarà attivo dalle ore 10 alle 20 uno stand gastronomico, mentre domenica alle 12 un pranzo a base di “Super spiedo del Cacciatore” con la polenta locale Taragna.

Collegata alla fiera ci saranno anche stand di hobbistica, artigianato, robe vecchie e dei sapori forniti dalle aziende locali dei prodotti tipici in collaborazione con il consorzio “Alta Valtrompia”. Per tutte le informazioni sulla fiera, dove recarsi e come accedere al ristoro è possibile contattare la “Pro Loco Collio Vt” ai numeri 030.9225033 – 331.3531453 – 333.3661406. La prossima edizione della rassegna, la seconda, è già stata programmata dal 18 al 20 maggio 2012.

2 Commenti

    • Egregio sig. Carassi, grazie per averci scritto. Per tutte le informazioni sul gioco che lei menziona e sulla fiera della caccia in generale che si è conclusa ieri a Collio può contattare la Pro Loco Collio a questi numeri: tel. 030.9225033 – cell. 331.3531453 – cell. 333.3661406.

Comments are closed.