LUMEZZANE – L’apertura di Piazza Giovanni Paolo II “beata” dal wifi

0

Fervono i preparativi per il ritorno a nuovo della storica e principale piazza di San Sebastiano, conosciuta da tutti i valgobbini come area Ex Teorema dal nome dell’azienda di rubinetti che lavorava nell’antica zona industriale circa trent’anni fa. Disposta da nord a sud tra via Roma e il campo sportivo dell’oratorio locale soprastante, sabato 21 maggio la centralissima area della frazione sarà aperta al pubblico dopo due anni di lavori per l’inaugurazione ufficiale con dedica al Papa Beato Giovanni Paolo II.

Al “taglio del nastro”, che inizierà alle ore 11 accompagnato dalla banda cittadina dello storico quartiere, saranno presenti tutte le autorità, con uno spazio rivolto anche ai più piccoli grazie all’intrattenimento offerto dai truccabimbi attivi dalle 10,30 alle 12,30 e dalle sculture di palloncini. Quella di piazza Teorema, come è sempre stata chiamata fino ad oggi, è stata una vera e propria odissea iniziata oltre vent’anni fa (dopo il trasferimento fuori da Lumezzane dell’azienda) con decine di progetti, poi rimasti solo sulla carta, che hanno tentato di riqualificarla realizzando palazzi residenziali e centri commerciali in linea con la continua pratica edilizia e dedita al cemento come era normale fare negli anni Ottanta e Novanta, ma fino a due anni fa, prima che nel maggio 2009 iniziassero i lavori, era usata dai cittadini per parcheggiare la propria auto.

L’accordo di tutto il consiglio comunale, aldilà degli schieramenti, è stato raggiunto nel 2007 durante la giunta Corli quando venne definito il progetto diventato ora realtà: la zona di 6500 metri quadrati contiene un giardino pubblico, alberi, fiori e aiuole, panchine e un’area commerciale di 350 metri quadri che saranno distribuiti tra ristoranti o bar sui due piani dell’attuale edificio marrone ben visibile dall’esterno nonostante le transenne e l’inespressivo muro lungo dieci metri che ha destato molta perplessità tra i cittadini, ma in procinto di essere eliminato a favore di uno spazio verde.

Uno scorcio da lontano della piazza

Il progetto finale, non concluso del tutto, prevede anche una trentina di parcheggi, uno schermo vegetale (già c’è) montato sulla base del campo sportivo per dare un aspetto migliore alla zona e, più a nord, un passaggio pedonale verso le scuole della frazione dove sarà realizzata anche la nuova sede della biblioteca. Dal punto di vista di chi abita in Valgobbia, si tratta sicuramente di una delle opere più importanti degli ultimi anni e che punta ad accogliere i cittadini come un nuovo centro di incontro e aggregazione. E dovrebbe rivelarsi una zona ancora più suggestiva e attraente per i locali, grazie al servizio wifi all’aperto che sarà attivato proprio sabato durante la cerimonia d’inaugurazione e poi diffuso in futuro anche nelle aule della biblioteca.

Seguendo le semplici istruzioni che saranno fornite nell’occasione, chiunque dispone di un pc portatile, ipad e cellulari collegabili alla rete, potrà rilevare la connessione senza fili fornita da “Eir Wifi Area” e registrarsi gratuitamente sul sito. Dopo l’operazione, come prevede la legge in materia, via sms saranno fornite le password d’accesso con cui si potrà navigare gratis, per il momento, due ore al giorno. La sperimentazione ufficiale per verificare la bellezza e l’attrazione della piazza sarà la seconda edizione di “Armonie e Sapori”, la notte bianca valgobbina organizzata dall’assessorato al Commercio che, dopo il grande successo dell’anno scorso, sarà riproposta stavolta a San Sebastiano.