LUMEZZANE – Incendio senza danni alla “FraCom” di Sant’Apollonio

0

E’ stato il malfunzionamento di un termostato a provocare l’incendio ieri sera, intorno alle ore 21, nella ditta galvanica “FraCom” di Sant’Apollonio, in via Ragazzi del ’99 nella zona delle scuole medie “Terzi Lana”. Si è trattato di un evento senza gravi conseguenze, per fortuna, ma che ha provocato l’intossicazione di sei persone residenti nel palazzo sopra la fabbrica.

I vigili del fuoco accorsi sul luogo dell'incendio

Secondo i rilievi condotti dal comandante dei carabinieri della stazione locale Antonino Calorenni, un problema di riscaldamento avrebbe acceso le fiamme circoscritte intorno a una vasca di liquido presente nel fondo dell’azienda e isolata dal resto dell’ambiente: un termostato, infatti, che controlla 24 ore su 24 la temperatura dell’alluminio destinato alla cromatura e nichelatura, ha avuto un corto circuito provocando il surriscaldamento del materiale metallico e anche della plastica della vasca da cui sono partite le fiamme e poi il fumo arrivato anche all’esterno.

Sul posto, allertati dai vicini della zona che avevano udito due forti colpi provenienti dall’azienda, si sono recati subito i vigili del fuoco valgobbini aiutati da altre unità di Brescia e Gardone Valtrompia per spegnere l’incendio. Subito dopo sono arrivati anche due mezzi della Croce bianca che hanno assistito due delle persone intossicate e portate per precauzione all’ospedale “Città di Brescia”.

I due, infatti, dopo essersi affacciati sul terrazzo attirati da quanto stava succedendo nella fabbrica sottostante e aver respirato i fumi, hanno avuto una crisi di panico accentuata dalla forma asmatica di cui già soffrivano. In ogni caso, non si è verificato alcun evento grave e al termine delle operazioni di soccorso sono intervenuti gli elettricisti per ripristinare l’impianto dopo il corto circuito. Nessun danno al palazzo residenziale e all’azienda che continua l’attività regolarmente.