PEZZORO – La “Locanda del Gnaro” alle porte del Golem

0

L’hanno chiamata così perchè della compagnia fa parte anche “Gnaro” Mondinelli.
Sono un gruppo di amici che hanno deciso di investire parte delle loro risorse economiche ma, soprattutto, la loro passione per la montagna in un’avventura imprenditoriale tesa a valorizzare un territorio che si sta lasciando, diversamente, andare al proprio destino.
La posizione è davvero bella, con un panorama mozzafiato e la partenza di una passeggiata che porta fino al Guglielmo.
Valentino Pluda, manager e consulente, portavoce della brigata, ci dice che i lavori di ristrutturazione della locanda finiranno a fine maggio. Verranno realizzate stanze per circa 30 posti letto e una piccola cucina per il servizio ristorante. L’entusiasmo con cui ce ne parla è contagioso e il buongiorno lo vedremo già all’inaugurazione.
Certo il panorama in una bella giornata già estiva fa impressione tanto è bello. Ma fa impressione anche pensare che da qui si possa arrivare fino alla vetta del Guglielmo, con una scarpinata di quasi tre ore.
A pezzoro, ora, non c’è quasi più nulla che faccia venire voglia di fermarsi a fare turismo. Rimane la storica locanda “Dancelli” che è anche rivendita di generi alimentari oltre che punto di ristoro.
Facendo un giro tra le viuzze strette del paese si trovano cimeli storici, come le scuole elementari ora sede dello sci club, o la targa che indica la distanza da Gardone a da Brescia.
Le abbiamo fotografate per il piacere di ricordare il come eravamo.
Rimaniamo in attesa della nuova avventura dei “Gnari”, amici del “Gnaro”, con l’augurio che il successo sostenga ll’entusiasmo di chi ha volgia di valorizzare questa bella valle.