BRESCIA – Artifond: fondo previdenza complementare per i dipendenti comparto artigiano

0

Le Fonti Istitutive di ARTIFOND, preso atto della crisi delle adesioni, hanno deciso di trasferire la forma di previdenza complementare del comparto artigiano nel Fondo Fon.Te..
Il trasferimento nel Fondo Fon.Te. degli iscritti ad ARTIFOND si è reso necessario per meglio tutelare le risorse finanziare degli aderenti e per garantire loro il raggiungimento di più elevati livelli di copertura del secondo pilastro, oltre che per non precludere la previdenza complementare ad altri lavoratori del settore che dovessero decidere in futuro di aderire ad un Fondo negoziale.
A seguito della decisione di trasferimento della forma di previdenza complementare del comparto artigiano in Fon.Te., gli Amministratori di ARTIFOND hanno deliberato:
• 1° aprile 2011 : blocco delle adesioni ad ARTIFOND e la contestuale Apertura alle adesioni del comparto artigiano in Fon.Te.;
• 20 aprile 2011 : termine ultimo per l’eventuale esercizio della opzione di trasferimento in un Fondo aperto in presenza dei requisiti previsti dallo statuto e di una manifestazione di volontà del lavoratore;
data ultimo versamento nel conto afflussi di ARTIFOND per la contribuzione relativa al 1° trimestre 2011;
• 30 aprile 2011 : riconciliazione dei versamenti relativi al 1° trimestre 2011;
determinazione dell’attivo Netto Destinato alle Prestazioni;
liquidazione del Patrimonio;
• 1° Maggio 2011 : blocco della raccolta della contribuzione di ARTIFOND;
• 31 maggio 2011 : trasferimento a Fon.Te. delle posizioni individuali, delle posizioni zero e degli incassi non riconciliati;
• 30 giugno 2011 : trasferimento delle posizioni individuali ai Fondi negoziali aperti e liquidazione dei riscatti per perdita dei requisiti di appartenenza.