VILLA CARCINA – Unidea e Confartigianato a convegno. Quali fonti di energia per il futuro?

0

Sul tema si rifletterà giovedì 19 maggio a Villa Carcina alle ore 20.30 presso l’auditorium delle scuole medie in via Roma. L’incontro, aperto a tutti, è promosso dall’Associazione Culturale Unidea di Villa Carcina in collaborazione con Confartigianato Imprese – Unione di Brescia e l’Eco delle Valli.

Interverranno Mario Tucci (ricercatore dell’ENEA), Eugenio Massetti (Presidente Confartigianato Imprese Unione di Brescia), Luciano Barbieri e Roberto Pedrini (Associazione Culturale Unidea).

Impianto eolico

Durante la serata verranno descritte, evidenziandone pregi e difetti, le attuali modalità di produzione dell’energia elettrica passando in rassegna le principali tecniche attualmente utilizzate a cui seguirà un’analisi sui possibili sviluppi per il prossimo futuro. Prima di dar spazio alle domande ed agli approfondimenti richiesti dal pubblico verrà
proposta una breve trattazione sulla modalità di lettura delle bollette dell’energia elettrica con l’obiettivo anche di migliorare la comprensione delle varie offerte presenti sul mercato.

Essendo impossibile definire in modo assoluto la migliore fonte di energia si valuteranno aspetti positivi e negativi di ciascun metodo produttivo.

Le centrali a carbone, combustibile facilmente reperibile e a basso costo, sono fortemente inquinanti per le emissioni di CO2, come quelle termoelettriche

Le centrali nucleari hanno gravi problemi di sicurezza oltre, ovviamente, al grande problema delle scorie. Le centrali idroelettriche necessitano di opere edili di contenimento molto importanti.

Centrale nucleare

Le turbine eoliche hanno sicuramente un impatto visivo molto importante mentre il fotovoltaico richiede grandi quantità di spazi.

Per ogni metodologia di produzione esistono comunque soluzioni che cercano di eliminare o contenere gli aspetti negativi. Questi, in sintesi, i temi di riflessione dell’incontro nel quale sarà dato ampio spazio alle domande di approfondimento del pubblico. L’approfondimento della conoscenza scientifica e tecnologica rappresenterà il punto di partenza per la “formazione di Idee” ponderate e razionali slegate da fattori emotivi talvolta dettati dal vissuto quotidiano

 

a cura dell’ing. Luciano Barbieri