NAVE – Marco Bassolini (Lega Nord) tra innovazione e tradizione

0

Sono giorni intensi di campagna elettorale quelli che sta affrontando il Comune in Val di Garza in vista delle elezioni amministrative di domenica 15 e lunedì 16 maggio, quando oltre la metà dei 10mila cittadini navensi sarà chiamata a votare il nuovo sindaco e rinnovare il consiglio comunale che si insedierà in via Paolo VI. Nel triplo ventaglio di offerte che gli aventi diritto troveranno sulla scheda elettorale dove mettere una x sul candidato, comparirà anche Marco Bassolini, che ha deciso di presentarsi da solo per la Lega Nord dopo i malumori interni alla maggioranza (di cui il Carroccio fa parte) che ha portato a una frattura con il Pdl.

Il candidato 42enne, celibe e appassionato di caccia, si presenta ai propri cittadini dopo una lunga esperienza amministrativa trascorsa prima come consigliere di minoranza, poi come assessore all’Urbanistica ed Edilizia Privata e oggi con la delega ai Lavori Pubblici e Territorio nella Comunità montana della Valtrompia. La papabile squadra di governo guidata da Bassolini è formata da sedici elementi (di cui quattro donne) che presenta gente nuova e fresca, ma anche figure di esperienza per cercare di mantenere la guida lungo i prossimi cinque anni. E l’idea del gruppo vuole essere sintetizzata nel motto “Il coraggio della coerenza” coniato dallo stesso candidato lungo la campagna elettorale e che cercherà di portare avanti anche qualora dovesse salire sulla poltrona di primo cittadino.

Il programma di Bassolini in quota Carroccio punta sulla famiglia attraverso cinque linee guida che i futuri assessori e consiglieri dovranno sviluppare: il lavoro collegato alle attività produttive, all’energia e innovazione, la sicurezza e i lavori pubblici, il ramo dedicato all’istruzione, cultura, sport e giovani, i servizi sociali e le infrastrutture con un occhio all’ambiente. I punti nell’agenda del candidato sono, tra gli altri, lo sviluppo dei temi energetici, la consulenza per le piccole imprese e artigiani, ma anche un coordinamento tra le forze dell’ordine, la realizzazione di una caserma dei carabinieri, un nuovo polo scolastico, parcheggi e piste ciclabili.

Sul fronte culturale e verso i giovani, spiccano una collaborazione tra tutte le associazioni cui fanno parte anche molti candidati consiglieri della lista, l’idea di portare nelle scuole le tradizioni locali, così come mantenere il patrimonio artistico e religioso del territorio e, per l’innovazione, creare punti wifi per l’accesso libero a internet senza fili. Per quanto riguarda i Servizi sociali, la possibile giunta di Bassolini vorrebbe dare più attenzione ai meno fortunati e deboli, rivedere il sistema delle nomine nella casa di riposo “Villa dei Fiori” e aumentare i servizi in carico al polo sanitario esistente.

Il quinto fattore è quello dell’Urbanistica e Ambiente in cui la Lega Nord vorrebbe incentivare il recupero del centro storico e delle contrade, studiare una viabilità sostenibile, recuperare le aree dismesse e ridare vita ai boschi della valle. E’ la sintesi di un programma che Bassolini sta proponendo in questi giorni e sui quali chiede ai cittadini una conferma in vista della chiamata alle urne tra due settimane.