BRESCIA – Indagine congiunturale trimestrale del Centro Studi di Aib

0

Nel primo trimestre del 2011, l’economia bresciana consolida il leggero recupero rilevato nell’ultima parte dello scorso anno. La produzione industriale registra un incremento dell’1,7 per cento sul trimestre precedente e del 3,4 per cento sul primo trimestre del 2010. Il tasso acquisito, cioè la variazione media annua che si avrebbe se l’indice della produzione non subisse variazioni fino alla fine del 2011, è pari a più 1,8 per cento.

Il livello dell’attività industriale, ancora debole, è condizionato, nelle attese a breve termine, da una serie di incognite. Tra le altre, il rialzo dei prezzi delle materie prime, l’aumento del costo del denaro, il clima di incertezza determinato dalle tensioni politiche in nord Africa e nel medio Oriente, le conseguenze del terremoto e dell’incidente nucleare in Giappone, le difficoltà nella gestione di alcuni debiti sovrani.

La leggera ripresa della produzione incorpora qualche segnale positivo sul versante del mercato del lavoro, anche se non si delinea ancora un’inversione di tendenza. Il ricorso alla CIG, nel primo trimestre del 2011, con un totale di 13 milioni di ore autorizzate, è sceso del 35 per cento rispetto allo stesso periodo del 2010. La componente ordinaria, con 3 milioni di ore, è diminuita del 60 per cento rispetto al primo trimestre dello scorso anno.