SAREZZO – “Obert House” invita alla passione per i cavalli

0

E’ una vera e propria cultura del cavallo quella che si pratica da diverso tempo nel ranch “Obert House” di Sarezzo gestito dalla famiglia Baldussi e di cui avevamo già parlato in passato. Nel maneggio al confine con Lumezzane tutti si recano per la passione e l’affetto dimostrato dai quadrupedi come in un rapporto di fiducia che si innesta tra animali e uomini.

L'”Obert House” organizza tutti i giorni un’ora di lezione didattica sull’equitazione che non tratta solo come salire sulla sella, ma anche la gestione completa del cavallo a tessa, tra la pulizia e la guida dell’equino. In più è una passione che non ha età, visto che ai corsi partecipano i bambini già dai 6 anni e gli adulti che imparano come approcciarsi, capire e conoscere il cavallo. Nel programma formativo rientrano anche le passeggiate tra i boschi di Sarezzo con corse e trekking in notturna previste ogni giovedì su prenotazione. Tutte le informazioni sono comunque presenti anche sul gruppo dedicato su Facebook.

Un successo che si spinge anche oltre i confini triumplini, visto che ieri due giovani cavalieri partiti da Sarezzo hanno partecipato all’equiraduno alla Pampa di Lonato, sul lago di Garda, per le gare di monta da lavoro che si sono svolte nel pomeriggio. E sul podio, nella categoria Bambini, sono saliti proprio loro: Giorgio Baldussi al primo e Alessandro Picardi al secondo posto. L’obiettivo del maneggio saretino, comunque, non è la competizione, ma avvicinare più persone possibili al mondo dell’equitazione, alla passione per i cavalli e al rispetto della natura.