LUMEZZANE – Da “Zelig” all’Odeon, Teresa Mannino chiude la stagione di prosa

0

C’è grande attesa al teatro Odeon di Lumezzane dove mercoledì 13 aprile, alle ore 20,45, Teresa Mannino chiuderà la stagione di prosa valgobbina. Con i biglietti già esauriti nel primo giorno di prevendita, l’attrice siciliana lanciata dal noto programma tv di Canale 5 “Zelig”, irromperà sul palcoscenico di via Marconi con “Terrybilmente divagante”, un monologo diretto da Marco Rampoldi e prodotto dalla compagnia “Zelig/Bananas”, in cui protagonista è la comicità intelligente e sottile dell’artista palermitana, ma milanese di adozione, che darà vita a storie irresistibili.

Solare presenza del panorama comico italiano, la Mannino si distingue per una raffinata tecnica attoriale e capacità d’improvvisazione spontanea e originale che dal 2007 l’hanno resa nota al grande pubblico grazie al cabaret della prima serata di Canale 5, dove ha anche condotto le successive tre edizioni di “Zelig Off”, l’officina dei talenti artistici.

Teresa, con il personale spiccato accento siciliano che rappresenta il suo biglietto da visita, affronta nei monologhi gli stereotipi e luoghi comuni, riuscendo a farci ridere dei nostri difetti e raccontando le sue storie della Sicilia e i paragoni con l’hinterland milanese. Davanti a lei è come assistere al dialogo di una persona conosciuta nel proprio salotto di casa, senza mondanità e lusso intellettuali, ma solo con racconti che “graffiano” per far sorridere, riflettere e scatenare una risata.

Nel repertorio dell’attrice palermitana c’è la consapevolezza del “fuori luogo”, della bimba siciliana che ama Heidi e che nella sua terra di origine viene chiamata “la milanese”, la nuova esperienza di maternità che l’ha condotta anche alla tournée di “Mamma che ridere”, oltre ad essere in bilico fra il nord operoso e il sud filosofico, l’universo femminile e quello infantile e materialista maschile da lei visto con il sorriso ironico di chi non aggredisce, ma comprende.

Nella biografia di Teresa Mannino c’è una laurea in filosofia, la scuola europea di recitazione del Teatro Carcano di Milano e poi la strada della comicità che la porterà alla ribalta nazionale nel 2004 con la partecipazione a “Zelig Off” e nel cast fisso di attori del famoso cabaret. La fama arriva anche in radio dove conduce alcune trasmissioni su Radio2, dal 2007 nel cinema con “La fidanzata di papà” al fianco di Massimo Boldi e in “Amore, bugie e calcetto” accanto a Claudio Bisio e negli spot tv per una compagnia telefonica di cellulari al fianco di Raoul Bova.