A processo per abusi, 300.000 euro per ingiusta detenzione

0

BRESCIA – Un risarcimenti di 300.000 euro ciascuna per due insegnanti di 57 e 59 anni coinvolte in un processo per abusi sessuali nei confronti dei bambini della materna Sorelli. La Corte d’appello di Brescia ha riconosciuto il risarcimento per ingiusta detenzione e per danni morali. Furono coinvolti anche altre quattro maestre, un bidello originario della Valcamonica e un sacerdote, assolti perché il fatto non sussiste.