Lumezzane fa impresa: a Virgilio Bugatti il “Lombardia per il Lavoro”

0

L’eccellenza, l’investimento e la passione per il lavoro che da sempre contraddistinguono la realtà di Lumezzane continuano a ricevere apprezzamenti e riconoscimenti anche fuori dagli ambienti comunali. Il nuovo caso è quello di Virgilio Bugatti, valgobbino classe 1935, titolare dell’azienda di casalinghi “Ilcar srl” operante a San Sebastiano e attiva con numerose succursali anche in oltre dieci Paesi all’estero.

L’occasione per rendere merito all’imprenditore 76enne sarà la cerimonia di premiazione che si terrà il prossimo 6 aprile alle ore 17,30 nell’auditorium “Giorgio Gaber” del palazzo della Regione a Milano. “La Lombardia per il Lavoro 2010”, così si chiama il riconoscimento affidato ogni anno dal 1996 a cinque personaggi dell’economia, sarà consegnato a Bugatti direttamente dalle mani del presidente del Pirellone Roberto Formigoni.

L’ambito premio, formato da un oggetto artistico e una pergamena con la motivazione, rappresenta un riconoscimento pubblico “per l’impegno, l’operosità, la creatività e l’ingegno di cittadini che abbiano significativamente contribuito allo sviluppo economico e sociale della Lombardia nel mondo del lavoro, dell’impresa e delle professioni anche a carattere mutualistico e solidale”. La gradita comunicazione è stata resa nota ieri sera in consiglio comunale dal sindaco Silverio Vivenzi che si è complimentato a nome di tutti i valgobbini per la scelta della persona da premiare.

Virgilio Bugatti è stato presidente della Fiac, l’associazione dei fabbricanti italiani di articoli casalinghi, dal 1992 al 1998 e ritornato in carica dal 2005. Inoltre, dal 1998 al 2000 è stato a capo della segreteria dei distretti industriali d’Italia prima di entrare nel consiglio direttivo dell’Anima, la federazione delle associazioni nazionali dell’Industria Meccanica varia e Affine. Il settore dei casalinghi, secondo il presidente Bugatti, è destinato a migliorare nel 2011 rispetto ai passati anni di crisi in cui si è comunque mantenuto lineare con gli altri. Un dato concreto è, per esempio, l’aumento degli ordini tra la fine del 2010 e l’inizio di quest’anno.