Lucilla Giagnoni a Concesio rilegge le testimonianze di Alda Merini

0

Vuole puntare ancora sull’universo femminile il nuovo appuntamento di “Proposta ‘11”, la rassegna teatrale della Valtrompia che per stasera, alle ore 21 (ingresso 1 euro), intende omaggiare Alda Merini, la grande poetessa scomparsa un anno e mezzo fa.

Sul palcoscenico dell’auditorium della scuola media Sant’Andrea di Concesio, il “Tangram Teatro” di Torino proporrà lo spettacolo “Dedicato ad  Alda Merini” con la regia di Ivana Ferri che ha chiamato Lucilla Giagnoni per interpretare la scrittrice in un percorso articolato tra le sue liriche e racconti di vita realizzati in epoche e situazioni diverse.

Una figura eccentrica e acutissima, quella della scrittrice milanese, segnata dalla lunga permanenza in manicomio e dai conseguenti abbandoni e dolori. La rappresentazione teatrale vuole essere un modo prezioso per ricordarla, ma anche per porre l’attenzione, ancora una volta, sul sistema manicomiale e di detenzione psichiatrica italiano che ha scritto una pagina nera fino alla fine degli anni ’70, quando arrivò la legge Basaglia.

Si tratta di un lato negativo che rischia di riaprirsi ogni volta che si dimentica il passato e che un falso “bisogno” di ordine e omologazione fa riaffiorare nella confusa politica italiana odierna.

Nelle vesti della protagonista, Lucilla Giagnoni racconta senza andare sopra le righe, aggirando il pathos superficiale e costringendo lo spettatore non solo a commuoversi, ma anche a interrogarsi su quanto è accaduto alla storica poetessa meneghina.