LUMEZZANE – Il “Gruppo volontari antincendio agro-forestale” si presenta

0
Il Presidente con il direttivo del gruppo

“Tempestività, caparbietà e amore per la natura” questo è il motto del ” Gruppo volontari antincendio agro-forestale di Lumezzane”, che opera dal 1987, anno in cui si registrò il picco più alto di incendi boschvi con ben 20 episodi. Da allora il numero è andato sempre più decrescendo, toccando lo zero negli anni 2006//2007

31 incendi si registrarono nel 2008, ancora zero nel 2009; un solo incendio nel 2010 e “soltanto” tre nel 2011, tenendo conto che la stagione non è ancora chiusa. In numeri dicono chiaro quanto l’opera di prevenzione dei volontari sia stata importante. Il presidente del gruppo Diego Casotti ricorda inoltre che in 24 anni di attività sono state oltre diecimila le ore di intervento spese dal sodalizio. Inizialmente i soci, sia operativi sia impegnati nei vari ruoli di supporto, erano 90.I volontari sono divisi in 3 gruppi che hanno una turnazione di reperibilità settimanale.

Negli anni il lavoro svolto ha riguardato sia l’attività di spegnimento incendi che di sorveglianza, utilizzando spesso volontari in motocicletta che percorrevano, soprattutto nei fine settimana, le località a rischio. Un’importante opera di prevenzione che ha consentito una diminuzione drastica degli incendi; altrettanto importante la tempestività che riduce danni ed estensione delle aree interessate.

 L’impegno del gruppo non si limita allo spegnimento ma anche alla sensibilizzazione; in collaborazione con l’Amministrazione Comunale e il Corpo forestale dello Stato, i Volontari Anti-incendio Agro-Forestale .Lumezzane hanno messo a dimora numerose piante che venivano affidate agli alunni delle varie scuole. Vanno quindi ricordate le piantumazioni che sono state effettuate in Piass de Grì, in Via Ragazzi del ’99, e presso le Scuole elementari di S.Apollonio, di Rosaghe e Faidana. Il coinvolgimento d’alunni è sicuramente la carta vincente per creare nuove sensibilità ai problemi ambientali e forgiare adulti che vorranno nel futuro impegnarsi nella tutela del nostro ambiente.

Il Gruppo con sede operativa in Via Marconi 21, ha inoltre da sempre collaborato con le associazioni e con le Parrocchie presenti sul territorio come supporto alle varie manifestazioni (gare, fuochi artificiali ..).

A seguito dell’entrata in vigore d’alcune nuove normative, nel 2009 è stato adeguato anche lo statuto che detta le nuove regole che prevedono un costante impegno (soprattutto nel periodo primaverile e spesso nei fine settimana) ma anche una preparazione fisica e adeguata preparazione sulle modalità d’intervento.

Per questo motivo i soci devono effettuare corsi d’addestramento obbligatori, come quello tenutasi nel 2010 presso Brembilla (Bg) che ha visto esercitazioni anche con l’ausilio dell’elicottero.

Le attività del Gruppo Volontari sono da sempre svolte con il coordinamento e la direzione del Corpo Forestale dello Stato e del personale della Comunità Montana, organismi ai quali il Gruppo deve fare riferimento in prima battuta quando s’interviene su un incendio. Inoltre è sempre preziosa la collaborazione delle Forze dell’Ordine quali Carabinieri e Polizia Locale Grazie a questa continua sinergia il territorio è ultimamente meno soggetto ad incendi.

Per operare sia in sicurezza sia con tempestività il Gruppo si è dotato di numerose attrezzature quali soffiatori e veicoli appositamente attrezzati. Non ultimo è il problema di sicurezza personale. Nel momento d’intervento sul fuoco i volontari devono essere dotati di Dispositivi di Protezione Individuale che rispondono a tutte le normative di tutela durante gli interventi e che purtroppo hanno un costo elevato (circa 800 € per un’attrezzatura individuale completa).

Ma il Gruppo antincendio non opera solo sul nostro territorio, come nell’ultimo incendio del 10/11 febbraio sul monte Doppo, ma, coordinato dalla Comunità Montana e dal Corpo Forestale dello Stato, presta il proprio servizio in collaborazione e supporto dei gruppi d’altri paesi colpiti dagli incendi.

Attualmente il Gruppo risulta composto da. 33 soci ed è sempre aperto a nuove iscrizioni, soprattutto da parte di giovani.”Notevole è l’impegno economico al quale il gruppo deve fare fronte. Per fortuna vi è un supporto economico sia da parte dei privati sia dei vari Enti a cui va un sentito ringraziamento”. E’ quanto sottolinea il presidente del sodalizio Diego Casotti.