BOVEGNO – Nel fine settimana torna il FAI con la “Giornata di Primavera”

0

Farà tappa anche in Alta Valle la 19esima edizione della “Giornata di Primavera”, promossa in 660 luoghi italiani per sabato 26 e domenica 27 marzo dal Fondo per l’Ambiente Italiano (Fai) e per scoprire le bellezze artistiche e naturali del Belpaese. Per quanto riguarda la Valtrompia, sarà Bovegno a ospitare la rassegna gratuita con due itinerari tematici organizzati dal Sistema museale della Comunità montana in collaborazione con l’Associazione “Versanti” e l’Ecomuseo.

Il Castello di Bovegno

Durante la rassegna, ai visitatori saranno proposti i più interessanti siti culturali dislocati sul territorio. Da una parte gli edifici medievali, con l’attenzione riservata alle torri e dall’altra alcune opere di intaglio ligneo risalenti al ‘600 e ‘700 e racchiuse nelle chiese di Santa Maria Assunta e San Giorgio a Bovegno Piano e Castello, Sant’Antonio Abate a Graticelle e San Michele a Ludizzo. Le due tracce sono promosse nell’ambito di un percorso mirato a cogliere anche nel paesaggio più ampio la storia e la cultura della comunità che in passato ha ospitato la sede del governo dell’alta Valtrompia.

Una leggenda diffusa in queste zone, infatti, racconta di sette antiche torri che riuscivano a comunicare tra loro lanciando delle segnalazioni da un punto all’altro del territorio. La visita organizzata dal Fai a Bovegno si terrà domenica 27 marzo dalle ore 10 alle 12,30 e dalle 14,30 alle 18 con un punto di accoglienza alla torre Castello (chiamata anche Romana) tra via Roma e piazza Zanardelli da dove partirà il tour culturale.

L’iniziativa è realizzata anche con l’aiuto del liceo “Moretti” di Gardone, l’istituto comprensivo “Caduti per la libertà” locale, la fondazione “Angelo Maria Canossi”, il Centro Culturale “Cibaldi” e la parrocchia di Bovegno insieme al Comune di Pezzaze.

Arrivati sul posto, i visitatori potranno scegliere tra un itinerario autogestito (con una mappa del paese per alcuni suggerimenti sulla visita) e un percorso guidato da Bovegno a Ludizzo con gli studenti della seconda classe del liceo scientifico gardonese che faranno da ciceroni per riscoprire le antiche case-torri. Oltre agli itinerari, l’offerta ambientale prevede presso la torre di Bovegno Castello una piccola mostra dedicata alle fortezze medievali.