VALTROMPIA – Con “InfoPonti” le biblioteche di Lumezzane e Gardone diventano “internazionali”

0
Villa Bernardelli sede della biblioteca di Gardone

Si chiama “InfoPonti. Tutto il mondo in biblioteca” il nuovo progetto della Comunità montana della Valtrompia presentato l’altro ieri in collaborazione con il Sibca, la cooperativa sociale “Il Mosaico” e i contributi delle fondazioni Cariplo e Vodafone Italia.

Si tratta di un servizio gratuito di accoglienza e informazione, attivo nelle biblioteche di Gardone e Lumezzane, rivolto a tutti i cittadini non ancora a conoscenza e che vorrebbero utilizzare tutte le possibilità informative offerte.

Il progetto è in azione grazie ad alcuni stranieri di diversa nazionalità che già collaborano con il personale per favorire l’accesso di tutti alle sue risorse. “InfoPonti” si aggiunge in questa larga offerta per offrire aiuti, informazioni utili, orari e servizi attivi nella comunità, prestando attenzione ai bisogni dei migranti appena giunti in Italia. Questo è garantito anche dalle notizie provenienti da tutto il mondo con 150 testate online di quotidiani internazionali disponibili sulla piattaforma “Media Library On-line”, così come dai consigli, aiuti e confronti per vivere meglio e un sito internet dedicato: nel portale, infatti, accessibile dal sito del Sibca, sono raccolte alcune risorse elettroniche presenti nel web e selezionate per facilitare la ricerca di notizie e informazioni verso i cittadini stranieri presenti sul territorio della valle.

Il nuovo servizio, come detto, è attivo nella biblioteca di Gardone il giovedì dalle ore 9 alle 12 e venerdì dalle 15 alle 19 e a Lumezzane il mercoledì dalle ore 16 alle 18 e sabato dalle 10,30 alle 12,30. Fanno parte del progetto anche alcuni laboratori che hanno coinvolto giovani e donne di varie nazionalità residenti nei due Comuni per promuovere la conoscenza reciproca, individuare i problemi di inserimento dei migranti sul territorio triumplino e far conoscere i servizi e le potenzialità delle biblioteche. Tutto questo lavoro è stato riprodotto in un dvd, tra poco consultabile presso le biblioteche del Sistema, curato da Carla Fausti, Andrea Ghidini e Ramona Parenzan che raccoglie interviste fatte sia a cittadini locali emigrati all’estero sia agli stranieri arrivati da poco tempo in Valle.

La "Felice Saleri" di Lumezzane

“InfoPonti” si inserisce nell’offerta già promossa da “In-Biblioteca incontriamoci” che coinvolge molti altri Comuni della valle con alcune iniziative socio-culturali e nuovi servizi per promuovere il ruolo della biblioteca come luogo di incontro, agenzia di collegamento e sviluppo della cultura e come istituzione per favorire la coesione sociale con l’accesso all’informazione e alla conoscenza. L’obiettivo più importante è farle diventare luoghi di confronto culturale per incoraggiare l’incontro aperto tra le comunità locali, prestando attenzione agli anziani, immigrati e alle popolazioni residenti nei Comuni disagiati della fascia montana.

Il programma prevede anche alcune letture teatralizzate, curate dalla coop “Il Mosaico” di Lumezzane, che si terranno nei “Capannoncini” del Parco del Mella a Gardone, nella biblioteca “Felice Saleri” valgobbina e in altre dell’alta Valle per promuovere la cultura orale sulla conoscenza delle fiabe tradizionali dei popoli e dei loro paesi.