LUMEZZANE – Torna il grande nuoto con il 22esimo “Città” dedicato a Davide Bonomi

0

E’ una tradizione entrata nel calendario delle attività sportive quella del trofeo di nuoto “Città di Lumezzane” e, per il settimo anno consecutivo, dedicato alla memoria di Davide Bonomi, che si terrà domenica 6 marzo nella piscina “Albatros” di Piatucco. La rassegna, giunta alla ventiduesima edizione, è riconosciuta dalla Federazione italiana Nuoto come gara interregionale e questo lo testimoniano alcune delle squadre che arrivano, oltre dalla Lombardia, anche dal Piemonte e Veneto.

Lo stabilimento balneare sarà riempito per l’occasione da venticinque team per un totale di 400 atleti in azione nelle quattro gare di qualificazione ciascuno e durante le fasi finali. La manifestazione è stata presentata l’1 marzo dall’assessore allo Sport Lucio Facchinetti e dal sindaco Silverio Vivenzi per il Comune, mentre per la piscina sono intervenuti il direttore Domenico Bonetti e la presidente dell’azienda speciale che gestisce i servizi sportivi Sonia Peli.

Il programma agonistico prevede un’intera giornata di gare dalle ore 9 alle 18, dove si affronteranno in acqua gli esordienti B e A, i ragazzi, gli juniores e gli assoluti. La manifestazione, sia al mattino che nel pomeriggio, inizierà con il riscaldamento. I primi a salire sui blocchi saranno gli esordienti B con i 50 metri farfalla, 100 dorso, 100 rana, 100 stile libero e 100 misti. A seguire si tufferanno i “colleghi” degli esordienti A per i 100 metri farfalla, 100 dorso, 100 rana, 100 stile libero e 200 misti. Al termine delle gare di qualificazione, i migliori saranno protagonisti per la staffetta degli 8×50 metri in stile libero dove parteciperanno quattro maschi e femmine sia della prima che della seconda categoria.

La squadra Albatros

Sui trampolini saliranno poi ragazzi, junior e assoluti. Per loro la competizione prevede 50 metri farfalla, 50 dorso, 50 rana e 50 stile libero e i migliori sei atleti di ogni categoria accederanno alle finali dei 100 metri misti all’australiana, una scelta collaudata dall’organizzazione per rendere più spettacolari le gare: eliminazione dell’ultimo arrivato fino al quarto posto e poi, senza soste, i primi tre si giocheranno la vittoria. La classifica finale che decreterà la squadra vincente della manifestazione (l’anno scorso la “Ispra Swim Planet” di Varese) prevede da uno a diciotto punti assegnati ad ogni categoria che affronta le gare. Dopo le 18 si terranno le premiazioni.

“Ventidue anni di nuoto a Lumezzane sono una grande tradizione di storia sportiva – ha commentato l’assessore Facchinetti – soprattutto se introdotti in un clima di sano agonismo e con finalità sociali nel ricordo di Davide”. A queste dichiarazioni ha fatto eco anche il direttore della struttura Domenico Bonetti che ha ricordato “il grande successo di partecipazione e iscrizioni che ogni anno riceve la manifestazione, nonostante sia una gara dilettantistica senza premi in denaro”. La memoria di Davide Bonomi, un giovane e assiduo frequentatore della piscina scomparso sette anni fa e cui è dedicato il trofeo, è stata ripresa dalla madre Susi Marniga. “Sono contenta di questa opportunità che è stata data alla mia famiglia – ha commentato – perché per me la rassegna rappresenta un modo per metabolizzare la scomparsa di mio figlio”.

Il team in piscina

La presentazione del trofeo è stata anche l’occasione per conoscere la squadra valgobbina che affronterà la manifestazione e protagonista di ottimi risultati nella scorsa stagione, con la premiazione di alcuni suoi atleti. Il team, allenato da Giuseppe Scammacca e Alessandro Zani, può contare su 49 sportivi di livello agonistico, trenta in formazione per le gare e dieci masters con più di trent’anni. In parallelo ci sono anche quindici ragazzi che si sono ritirati dall’attività agonistica e vogliono proseguire comunque in piscina. La squadra è sponsorizzata dalla “Sipex Cavagna” sensibile agli aspetti formativi degli atleti e che permette anche rapporti di collaborazione con altri team più prestigiosi per far allenare meglio i natanti rispetto alla scarse disponibilità offerte dalla piscina sempre impegnata tra corsi e nuoto libero.

Sono nove gli atleti premiati dalla società: nella categoria assoluti Roberto Parisi e Federica Sciola, tra i ragazzi Matteo Polini e Francesca Catalano, negli esordienti A Francesco Catalano e Martina Spalenza, negli esordienti B Massimo Polini e Martina Piccolo e nella categoria Master, quella per chi nuota in acque aperte, Paolo Berna.