A Pezzaze Lino Sanzemi si aggiudica il biennale nazionale di scultura

0
E’ Lino Sanzemi il vincitore della terza edizione della rassegna “Metallicus: percorsi di scultura”, il concorso biennale nazionale organizzato da Pezzaze con il patrocinio dell’assessorato alla Cultura della Regione Lombardia e di quello al Turismo della Provincia di Brescia e dedicato alla memoria di Vittorio Piotti.
La decisione è stata comunicata dalla commissione scientifica delegata alla valutazione delle opere arrivate da artisti e accademie dell’arte, che si è riunita il 12 febbraio scorso nella sala consiliare del municipio con il sindaco Sergio Richiedei, alcuni membri della giunta e del consiglio comunale. Il tema di questa edizione era “L’alpino nel XXI secolo” e la creatività dei partecipanti doveva portare alla realizzazione di un bozzetto in pietra e ferro (materiali tipici della “via del ferro” legata alla tradizione dell’alta valle) non più alto di 50 centimetri e ispirato alla figura delle penne nere. L’idea è partita dal Comune per costruire un percorso museale tra opere prestigiose che possa toccare tutti i centri storici del paese.
La commissione che ha valutato i lavori era composta dal presidente Maurizio Bernardelli Curuz, da Eugenio Busi, dal presidente provinciale degli alpini Davide Forlani, Cesare Giovannelli, Francesco Medici e Giovanni Repossi. L’attenzione, come ha comunicato la giuria, si è focalizzata quasi immediatamente su due opere, valutandone l’adesione ai canoni imposti dal regolamento del concorso. E alla fine, la maggior parte dei membri ha votato l’opera di Lino Sanzemi  perchè “il progetto è aderente alle indicazioni del concorso – recita la motivazione – sia per l’uso dei materiali, pietra e metallo, sia perchè immediatamente comprensibile allo spettatore”.
La giuria, in appendice alla proclamazione del vincitore, ha suggerito all’artista di inserire sulla base del monumento di 6 metri quadri che sarà costruito a maggio, anche una frase per completare il suo significato, in sintonia con gli alpini di Pezzaze.
L’opera, di cui i lavori costeranno non più di 17mila euro e che hanno garantito al vincitore un premio di 3mila dato dal Comune, sarà inaugurata il prossimo 4 giugno durante l’adunata provinciale delle penne nere. Nella stessa occasione, l’artista potrebbe allestire anche una mostra personale nella locale miniera “Marzoli”.