LUMEZZANE – Festa di sport e musica all’Odeon e premia le sue eccellenze

0
I quattro personaggi premiati

E’ stata una serata importante e coinvolgente, ormai diventata una tradizione con la settima edizione, per la festa “Sport e musica” dell’altra sera al teatro Odeon di Lumezzane. L’evento, condotto da Nino Frassi e dal giornalista Angelo Seneci, è stato organizzato dal “Gruppo Sportivo Lupos” di Mosniga e patrocinato dall’assessorato allo Sport e Cultura in collaborazione con un totale di quindici associazioni locali. Ecco l’elenco di chi ha partecipato: il coro “Voci in Canto”, la fanfara dei bersaglieri “Piume al vento”, il “Gaim”, gli alpini di Sant’Apollonio e San Sebastiano, gli “Amici degli anziani”, i volontari della Protezione civile, la Croce bianca, il Moto Club, il corpo nazionale dei vigili del fuoco, i volontari dell’anticendio agroforestale, la Junior Rugby Lumezzane, i Nonni vigili e il Club del Motori storici.

La fanfara dei bersaglieri

La manifestazione, il cui ricavato sarà devoluto per l’acquisto di alimenti della prima infanzia alla Caritas zonale, ha previsto diversi momenti di musica, intrattenimento e una cerimonia ufficiale per premiare chi ha reso illustre Lumezzane nei settori previsti dalla serata. All’alzarsi del sipario, sul palcoscenico sono saliti prima i bersaglieri che hanno intonato brani tipici del repertorio, non mancando di accennare ai 150 anni dell’unità nazionale, coinvolgendo anche la platea con l’inno italiano. Il programma ha poi spostato l’attenzione sui bambini con il coro “Voci in Canto” che si è esibito in canzoni tipiche del palinsesto canoro dell’associazione, accennando anche in questo caso al patriottismo con la “Bandiera tricolore” e una fascia italiana visibile a tutti lungo l’intera serata.

Il coro "Voci in Canto"

I momenti ufficiali sono stati presentati da Angelo Seneci per la premiazione con una targa e un libro sulla Valtrompia destinati a quattro personaggi valgobbini. Si è dato merito, infatti, a Elio Pasetti, presidente dell’Uasl, l’unione delle associazioni sportive di Lumezzane e del comitato “LumEventi” che ogni anno organizza il trofeo di auto storiche. Seconda premiata Fiorella Elmetti, che ha trasformato la disabilità in potenzialità da esibire e dedicare agli altri: scrive su un giornale della città e della parrocchia di Sant’Apollonio, autrice di poesie, collabora con la comunità “Cvl” e organizza gite per i disabili. Altri meriti sono andati a Franco Marioli, che si è distinto nella musica vista la collaborazione da dieci anni con le bande di Sant’Apollonio e San Sebastiano dove suona. Si è trattata quasi di una standing ovation, invece, per un commosso Evaristo Ghidini, 91 anni, riuscito a scappare dalla seconda guerra mondiale, è stato consigliere nella parrocchia di Sant’Apollonio dove ha collaborato con l’indimenticato don Mario Guerini per la costruzione del teatro “Astra” e l’asilo di Promase e, da venticinque anni, nell’associazione dei Combattenti e reduci che ogni anno organizza la ricorrenza del 4 novembre.

L'intervento di Ersilio Zavaglio

Durante la serata sono intervenuti il sindaco Silverio Vivenzi e l’assessore competente Lucio Facchinetti, con l’ultimo che ha invitato le associazioni a includere questo spettacolo nella prossima stagione di “Vers e Us”. Importante anche l’intervento di Ersilio Zavaglio, presidente degli “Amici degli anziani” e anima della kermesse, che ha confermato per il secondo anno la collaborazione con l’Unicredit Banca per i finanziamenti da destinare in beneficenza, così come con la farmacia di Riccardo Scaglioni a Piatucco che darà un consulto su quali prodotti per bambini acquistare. E l’attenzione va già all’anno prossimo, quando tra le associazioni si aggiungerà anche l’Arma Aeronautica.