Recuperati sci-alpinisti in Val d’Avio

0

PASSO DEL TONALE – Intervento in Adamello per i tecnici della V Delegazione Bresciana del Cnsas. Intorno alle 16.45 di oggi, sabato 19 febbraio, è giunta una richiesta di soccorso da parte di un gruppo di una decina di persone, di nazionalità italiana. Stavano praticando sci- alpinismo nella zona del Pisgana, uno degli itinerari classici per gli appassionati di questo tipo di sport. Per ragioni da accertare, sono finiti in Val d’Avio – Passo del Venerocolo, sopra il rifugio Garibaldi. Non riuscivano più a orientarsi con precisione e si sono trovati in difficoltà nel proseguire, anche perché stava sopraggiungendo il buio. Sono riusciti a mettersi in contatto con il 118 e la Centrale operativa di Brescia, come da procedura, ha subito allertato il Soccorso Alpino, struttura competente per questo genere di operazioni in ambiente montano. Grazie anche all’aiuto dei guardiani dell’Enel che lavorano nei pressi delle dighe, poco dopo sono riusciti ad avvistarli e a guidarli per telefono, dando loro le opportune indicazioni sui comportamenti corretti da mettere in atto, a tutela della loro incolumità. Due squadre di operatori li hanno quindi raggiunti e messi in sicurezza e ora li stanno riaccompagnando a valle, dove avevano lasciato i loro mezzi, lungo la via di Malga Caldea, in Val d’Avio. Non ci sono feriti. L’intervento si è risolto senza conseguenze più gravi, come possibili condizioni di ipotermia o altro, anche attraverso la collaborazione fornita dal personale Enel, che spesso svolge un importante funzione di supporto tecnico e logistico agli uomini del Cnsas, in caso di necessità, oltre a un ruolo essenziale di presidio del territorio.