Claudio Elli vince il 20° Premio di Pittura nel Palazzo Avogadro di Sarezzo

2
L'opera vincente

Da sabato 19 a lunedì 21 febbraio, nell’ambito delle iniziative per “Il resto è fiera”, presso il Palazzo Avogadro di Sarezzo si terrà la 20esima edizione del Premio di pittura indetto dal Comune e che quest’anno ha ricevuto 88 opere. Tutti i dipinti saranno visibili dal pubblico in una mostra allestita nello storico monumento di Ponte Zanano e aperta sabato dalle ore 15 alle 20,30, domenica dalle 10 alle 20,30 e lunedì, ultimo giorno, dalle 10 alle 18, quando si concluderà con la cerimonia di premiazione.

Il vincitore del concorso, che si aggiudica il primo premio di 2mila euro messo in palio dall’amministrazione comunale, è il pittore Claudio Elli, autore di “Un lungo racconto…la distruzione di una storia” a base di tecnica mista. “L’opera di chiaro impianto aniconico – spiega la motivazione – mostra un senso sicuro della struttura e notevole padronanza nell’utilizzo dei materiali, associati con abile gioco compositivo e cromatico. Il riferimento va pur sempre a un linguaggio di area informale, ma depurato da intemperanze e spontaneismi. Dalla costruzione dell’immagine – conclude la giuria – traluce un equilibrio sottile fra libertà e metodo”.

Il secondo posto è andato a Giampietro Floria che, con “L’ultima nota” realizzata a olio su tavola, ha vinto il premio di 1000 euro messo in palio dall’Asvt, l’Azienda che gestisce i servizi in Valtrompia. Dopo di lui, ma allo stesso livello, sono arrivati altri sette artisti che riceveranno assegni di 800 euro ciascuno messi a disposizione da sponsor e imprenditori. I vincitori di questa lista sono Daniele Cestari con “Cade il cielo”, Camilla Franzoni di “A.P. ≠ 2”, Mauro Gheda con “Marilyn 2011”, Andrea Ghisoni per “Abitazioni mutate”, Romano Sala con “East river tramonto”, Mario Tettamanti di “Lettera dall’Africa” e Antonio Viviani autore di “Freddo”.

La giuria ha anche segnalato altre opere pregiate:  “Maschera” di Giancarlo Barbieri, “Venezia” di Claudio Filippini,  “Il segno in un concerto”, di Sergio Turle e  “Presenza imprevista” realizzata da Beppe Verani.

2 Commenti

  1. Complimenti sia per la scelta del quadro vincente sia per il comune che investe in cultura.

Comments are closed.