BOVEZZO – L’Assessorato alla Cultura e la Biblioteca presentano “Fiat Voluntas”

0

Mirella Floris presenta il suo ultimo libro Venerdì 11 febbraio 2011, alle 18.30 Presso la Sala Consiliare attigua alla biblioteca. Introdotti e moderati da Piero Tramonta, la scrittrice Mirella Floris e l’assessore alla cultura Nicola Fiorin dialogheranno insieme affrontando i temi dell’ultima fatica letteraria dell’autrice, per le edizioni Joker: “Fiat Voluntas”. Dopo un intermezzo musicale con Angelo Peli, al sassofonosax tenore, ed Ermes Scaramelli che interpreterà alcuni passi del libro, la serata si concluderà con il rinfresco.

“Fiat Voluntas”: si presenta con un titolo che intimidisce, vuoi per l’utilizzo del latino, vuoi per le parole di Cristo che, tratte dal Padre Nostro, rievocano però drammaticamente anche le ultime ore del passaggio terreno di Gesù prima della sua crocifissione, l’accorato appello al Padre nell’orto del Getsemani. Fiat voluntas, sia fatta la tua volontà: segno di fiducioso abbandono a Dio per chi è credente, ma al tempo stesso parole pregne di oscuro fatalismo, di rinuncia a lottare, per chi credente non lo è. Un romanzo che, attraverso la ricerca di Marco, parla dell’eterno contrasto tra fede e scienza, ma anche del ruolo della cultura e dell’intellettuale, quello di sinistra in particolare, nella società di oggi. E parla d’amore, questa lettura un po’ in salita, che avvince e “ap-passiona” lasciando il lettore con un briciolo di consapevolezza in più sulla condizione umana.

Mirella Floris, attiva fin dal ’68 nel movimento politico “rivoluzionario” e in quello femminista, si è occupata negli anni di volontariato laico di vario genere, per approdare infine alla letteratura. Proiettata verso la cultura alternativa, considera lo scrittore un “testimone del suo tempo”. Scrive da sempre, esprimendosi in vari generi, dalla poesia al romanzo, all’articolo giornalistico.

Ha pubblicato i volumi di poesia Lampi d’estate (Prospettiva 2003), Lampi del tempo (Proposte Editoriali 2003), Strisce di vento (Besa 2007) e i romanzi Venuta dal mare (Besa 2002) e La terrorista (Effedue).

Per informazioni rivolgersi all’Ufficio Cultura del Comune di Bovezzo (tel. 030.21.11.207/208).

L’ingresso è libero e l’invito è rivolto a tutta la cittadinanza.