VALTROMPIA – I sindaci dicono no al blocco del traffico di domenica

2

Domenica 13 febbraio blocco del traffico in base all’ordinanza disposta dalla Provincia di Brescia.

Il blocco non sarà però operativo in Valtrompia. I sindaci di Sarezzo, Gardone, Bovezzo, Villa Carcina, Concesio e Lumezzane hanno, infatti, deciso di non aderire al blocco.

Le motivazioni, a nome dei colleghi dei comuni della cosidetta “area critica”, sono spiegate dal sindaco di Sarezzo: “Pur apprezzando il ruolo di coordinamento dei comuni dell’area critica svolto dalla Provincia, non riteniamo che un provvedimento di limitazione dl traffico possa, nell’immediato, sortire effetti veramente positivi e capaci di abbattere significativamente ed in modo duraturo l’eccesso di PM10 – dice Massimo Ottelli – la situazione imporebbe di agire su livelli di macro-area geografica.

Allora i comuni si assumeranno le loro responsabilità. Si deve inoltre agire a livello strutturale sulle cause (stimolare il rinnovo parco auto, incentivi per migliorare l’efficenza degli impianti di riscaldamento, aumentare il trasporto pubblico ecc.)

Non è secondario il tanto atteso raccordo autostradale che libererebbe la 345, unica arteria in Valtrompia ed, infine, con il blocco del traffico si penalizzerebbe pesantemente il rilancio turistico dell’Alta Valtrompia che proprio in questi fine settimana, complici le belle giornate, sta vivendo una stagione positiva”.

2 Commenti

  1. Cerchiamo di capirci con questa storia dei blocchi del traffico per le polveri sottili:
    O fanno vermante male e allora non si aspetta la domenica quando si “sfora” da 15gg, ma si bloccano TUTTE le attività e non si danno deroghe se non per il trasporto pubblico e le ambulanze, o non fanno male e allora si va avanti comunque. Questa storia del blocco del traffico ma solo la domenica e con mille deroghe non serve a nulla a livello ambientale e a nessuno.

  2. Sono sempre soluzioni inadeguate poichè chi ci amministra è “tirato per la giacchetta” a destra e a manca.
    Manca prima di tutto la mentalità che senza auto….si può fare.
    Le norme e le deleghe concesse con le targhe alterne di questi giorni sono a dir poco ridicole.

Comments are closed.