LUMEZZANE – Tutto esaurito per Enzo Iacchetti e Giobbe Covatta all’Odeon

0

“Sold out” per Giobbe Covatta ed Enzo Iacchetti che, martedì 1 febbraio alle ore 20,45, si troveranno sul palcoscenico del teatro Odeon di Lumezzane per “Niente progetti per il futuro”. Il testo, scritto e diretto da Francesco Brandi che ha vinto anche il Premio Flaiano 2009, con l’allestimento di “La Contemporanea” e “Mismaonda” andrà in scena per la stagione di prosa promossa dall’assessorato alla Cultura valgobbino.

Grandi beniamini del pubblico, l’uno Giobbe Covatta, attore napoletano mostro sacro delle scene e l’altro, Enzo Iacchetti, conduttore di “Striscia la notizia” e autore di numerosi lavori teatrali, si ritrovano per la prima volta sulle scene dopo i successi del “Derby” di Milano e alcuni lavori in tv (“Medici miei” su Italia1).

La produzione, che ha debuttato con successo lo scorso 21 gennaio a Orvieto, usa una parabola attuale sospesa fra dramma e commedia, divertente ma amara, per raccontare attraverso un gioco surreale di leggerezza e paradosso una società in crisi dove i valori sbiadiscono sotto un progressivo impoverimento spirituale.

La storia narra le vicende di due uomini che si incontrano per caso di notte su un ponte della periferia di una grande città nel tentativo di suicidarsi. Il primo, Tobia, è un opinionista vip della tv caduto in disgrazia per aver offeso un alto papavero in una delle solite schermaglie dei salotti televisivi. Nonostante si sia pentito e abbia cercato di rimediare con le scuse, da mesi si sente più cinico.

E’ per questo che segue il consiglio del proprio agente e spende gli ultimi risparmi per organizzare un matrimonio in pompa magna con una star della tv e potenziare inutilmente la propria immagine.

Oltre alla carriera rovinata, Tobia non sopporta di ritrovarsi improvvisamente abbandonato da tutti e quindi decide di farla finita. Ma nel momento in cui sta per calarsi dal ponte, compare Ivan, un garagista di bassa estrazione sociale, religioso praticante che si è creato una cultura personale a tratti strana e pessimista e, anche lui, in procinto di suicidarsi per essere stato tradito dalla fidanzata. Quando si trova a contatto con Tobia, di cui è un grande fan, decide che la sua ultima buona azione prima di morire sarà quella di impedirgli il suicidio.

Dall’incontro tra queste due diverse disperazioni, che provengono da mondi lontani ma che si riconoscono in fretta, nasce il dramma o la commedia, secondo i diversi punti di vista o la lettura che il pubblico vuole dare degli avvenimenti.