Abbiamo avviato la seconda fase della nostra avventura sul web.

0

Parlare di se non è mai elegante. Cercherò di farlo con discrezione e quella riservatezza che la gente della Valle mi ha insegnato.

La seconda fase della nostra avventura sul web è iniziata oggi con la messa online della nuova piattaforma del giornale. Non che la vecchia non fosse funzionale, naturalmente. Ma era certamente amatoriale.

Questa è professionalmente molto evoluta e ci consentirà di pubblicare articoli e notizie con maggiore puntualità. Ci scusiamo con i lettori se l’aggiornamento è rimasto fermo al 5 gennaio ma questo intervallo di tempo si è reso necessario per la migrazione sulla nuova piattaforma.

L’incontro con Ivan Agliardi, il nostro nuovo webmaster, che oltre ad essere un grande professionista si è rivelato una persona squisita sul piano umano, è stato il punto di svolta che ci ha aperto la mente a nuove opportunità mai immaginate prima. Lo ringrazio per la disponibilità e la passione con cui ha lavorato al progetto e con cui, ne sono certo, continuerà a fare.

Ma non posso dimenticare tutti i colleghi giornalisti che hanno reso disponibili i contenuti sia sul mensile che online, da Pia Grazioli a Silvano Danesi, a Patrizio Ferraglio, ai più giovani Fazio Zizzo, Alberto Zanini, Emanuele Zobbio, fino ai professionisti che hanno scelto di collaborare con noi: l’ingegner Guido Bosio, l’avvocato Corrado Bresciani, lo psicologo Efram Sabatti, e via via tutti gli amici che hanno chiesto di collabare. Altri se ne aggiungeranno molto presto per consentirci una presenza ancor più capillare sul territorio.

Come sapete un’iniziativa editoriale è pur sempre anche un grosso impegno imprenditoriale che richiede investimenti ingenti ed immediati che sono stati sopportati da Arcadia Srl per la versione mensile cartacea e da Fare Impresa Srl per il quotidiano online: a questi imprenditori dico che cercheremo di stare sul mercato autofinaziandoci, con l’aiuto di quelle aziende piccole e grandi, associazioni, enti pubblici che già da tempo ci sono vicini e ci sostengono con le loro inserzioni pubblicitarie. A loro va il nostro ringraziamento perchè senza sostegno pubblicitario l’editoria tutta, ma quella online in particolare non può sopravvivere.

A voi lettori, sempre attenti e puntuali chiedo di avere pazienza ancora qualche giorno per permetterci di perfezionare la grafica e di correggere alcuni errori di gioventù.

Presto saremo nelle vostre case con il primo numero mensile del 2011 che comunque, e questa è una delle novità di questa nuova piattaforma, potrete consultare anche in pdf cliccando sul menù “Achivio Pdf”, in alto nella home page.