Gli archivi della valle in digitale. Per una consultazione a portata di mano

0

In questi giorni, dopo le celebrazioni di Santa Barbara patrona dei minatori, sono stati pubblicati sul sito web del Sibca (Sistema dei Beni culturali e Ambientali della Comunità montana – http://cultura.valletrompia.it) gli inventari degli archivi d’impresa delle miniere Stese di Pezzaze e Torgola, situata tra Bovegno e Collio. Scorrendo le pagine, infatti, si possono consultare i carteggi e i disegni tecnici prodotti durante l’attività estrattiva nella miniera Torgola dal 1931 alla fine del Novecento e le 99 mappe della Stese di Pezzaze tra il 1889 e il 1946. Tutto questo, grazie a una pianificazione pluriennale che ha valorizzato e rilanciato gli “Scritti brevi”, un progetto concluso alla fine del 2009 promosso e finanziato dalla Comunità montana, dagli enti locali e dalla Fondazione Cariplo per recuperare il patrimonio documentale valligiano. L’iniziativa rientra nel “Piano Informativo degli Archivi” della valle del Mella: il Sistema vuole inserire gradualmente gli inventari realizzati in questi anni con l’obiettivo di tutelare e promuovere ulteriormente i documenti storici della comunità, contando sull’appoggio delle biblioteche e dei musei. La nuova pratica rappresenta la seconda tappa di un servizio, perché nel sito già da tempo sono visibili per ogni Comune una serie di informazioni sul patrimonio archivistico. Ora, con l’inserimento graduale degli inventari realizzati sia in forma definitiva che provvisoria, il panorama informativo si amplierà notevolmente. L’operazione sarà continuativa e parallela alla pubblicazione delle banche dati degli archivi riordinati ed inventariati nel portale della Regione Lombardia, prevista dal Progetto Lombardo Archivi in Internet (PLAIN). Questa procedura permetterà di offrire agli utenti uno strumento di consultazione aggiornato e informazioni capillari sulla documentazione storica locale ed insieme collegarsi, con i diversi link, a patrimoni archivistici più ampi. Un servizio rilevante da usare già a casa, risparmiando tempo e denaro e attraverso il quale è possibile contattare gli operatori per concordare la consultazione dei documenti.