LUMEZZANE – La notte bianca ha funzionato, adesso il futuro

0

Chi ha partecipato alla manifestazione «Armonie e Sapori» di fine estate, la cosiddetta “notte bianca” di Lumezzane, organizzata dall’assessorato al Commercio e Attività produttive di Rosanna Saleri con il lavoro a puntino del Comitato dei commercianti, ha capito che l’aria in Valgobbia è cambiata. Oltre 1300 persone tra bambini, giovani e adulti si sono ritrovati tutti insieme lungo le vie di Piatucco. Canzoni e testi intonati nel dialetto locale dal musicista Renzo Dolcini e dalla poetessa Lucia Cò con Enzo Saleri, allora prestato agli scherzi letterari della lingua, brani dei gruppi locali rock e blues, i «Gormiti» per i più piccoli, trucchi estetici e nuove acconciature per le donne, bolidi in motore. Insomma, è stata una notte speciale unica nel suo genere e che solo chi abita qui può capire.

Non, quindi, una serata normale come lo potrebbe essere per altre città che hanno ospitato un evento simile, perché dopo tanto tempo in città è stato vinto il campanilismo delle frazioni locali e, soprattutto, dimostrato che se qualcuno lancia un’idea, poi ci sono anche quelli che la vogliono sviluppare. Aldilà del menù gastronomico che ha chiamato migliaia di persone da tutta la città, il magico percorso finale di via Torre, affiancato da candele e dipinti verso il monumento simbolo di Lumezzane come la torre Avogadro illuminata, ha dato una grande risposta ai tanti giovani partecipanti che, testimonianze alla mano, hanno chiesto di riproporre in futuro.

Il messaggio carico di speranza era stato lanciato prima dell’evento dal sindaco Silverio Vivenzi, che aveva parlato di «prima volta di un comitato dei commercianti per organizzare qualcosa insieme» e dall’assessore competente Rosanna Saleri protagonista di una sfida difficile da vincere per «rivalutare i nostri esercenti in questo periodo di crisi economica e renderli competitivi nel resto della provincia». Ora, passato il successo della notte bianca, i 64 negozi aderenti al comitato stanno già pensando al futuro e alle prossime iniziative, anche se un obiettivo è stato raggiunto: ridare ai commercianti quell’entusiasmo che stava venendo a mancare.