LUMEZZANE – Finalmente avremo un’autostrada. Si, ma telematica

0
Tra alcuni mesi potrebbe essere possibile navigare in internet e inviare dati in maniera più veloce rispetto ad adesso. E’ quanto propone una convenzione tra Intred, la società di telecomunicazioni presente anche a Villa Carcina e il Comune di Lumezzane per la costruzione di un’autostrada telematica. In Valgobbia saranno investiti circa 100mila euro per installare nella cabina telefonica gestita da Telecom Italia, in via Montini, alcuni apparati chiamati Dslam o Ull. Grazie alla liberalizzazione delle comunicazioni, in pratica, i clienti della principale società di telefonia possono usare i servizi offerti da altre compagnie pagando comunque il canone. Oggi, con la firma sull’accordo, i cavi saranno disconnessi dalla compagnia di bandiera e collegati a Intred, per realizzare la cosiddetta “liberalizzazione dell’ultimo chilometro”. «L’accordo con la società – è il commento del sindaco Silverio Vivenzi – permette di migliorare la qualità del servizio Adsl e Hdsl per i cittadini e far sì che in futuro non si presentino altre interruzioni». Il primo cittadino si riferisce alle situazioni passate in cui la rete lumezzanese ha avuto difficoltà con l’accesso a internet, mentre il municipio è rimasto isolato per alcuni giorni. «La convenzione nasce anche dalla scelta della Telecom di non investire in tempi brevi – ha commentato l’amministratore delegato di Intred Daniele Peli – assicurando offerte più competitive in termini di prezzo e prestazioni ai cittadini». I vantaggi della nuova infrastruttura possono essere molti: connessioni a banda larga di nuova generazione per poter scaricare fino a 20 Mb al secondo di dati (oggi si arriva a 7), offerte Adsl e di telefonia fissa convenienti, rapporto diretto senza l’intermediazione di Telecom e un servizio di assistenza più vicino ai clienti. Gli interventi sulla centrale telefonica sono partiti circa un mese fa e all’inizio di dicembre saranno disponibili le nuove connessioni alle quali ha aderito il Comune, mentre sono in corso anche le offerte per i residenti. E se la scelta soddisfa il Comune, potrebbe venire incontro alle aziende. «Se Intred investe per prima qui, vuol dire che Lumezzane non è ancora morto come molti lo considerano – ha commentato l’assessore alle Attività produttive Rosanna Saleri – ma rappresenta un buon tessuto industriale dove favorire il business e le logiche di gestione commerciale e residenziale».