E’ la stagione del “bunga bunga”. Speriamo sia breve.

0

Non ci facciamo mancare nulla. E i dibattiti televisivi contribuiscono a peggiorare l’immagine che diamo di noi stessi al mondo intero.

Vediamo se riusciamo a mettere alcuni punti fermi e a dire la nostra. Dalla sua famosa “discesa in campo”, Berlusconi, hanno cercato di abbatterlo in tutti i modi.

Il centrosinistra ha fatto la sua parte, Fini sta facendo la sua, la parte di magistratura politicizzata anche.

Non sono riusciti nell’intento e lui si difende in tutti i modi possibili, ben consapevole che chi può fargli davvero male, tra quelli citati, è la magistratura.

La riforma della giustizia va fatta, ma non per interessi personali e senza sottomettere i magistrati al controllo della politica, cercando di porre comunque un limite allo strapotere giudiziario.

La gente credo faccia davvero fatica a seguire tutte queste vicende, forse è un po’ stanca, certamente il pensiero comune è che degli affari quotidiani dei cittadini, ai politici, interessino davvero poco.

E le vicende personali del Cav, le sue presunte performances amorose, le feste in villa con nani e ballerine, per la verità più ballerine che nani, non inducono gli elettori al favore nei suoi confronti.

E’ bello “che ami la vita e le donne” – come ha ribadito – in varie interviste. Come dargli torto?

Ma non è bello, con tutti i problemi che abbiamo in questo difficile momento, che ci vengano sbattuti in faccia baccanali da basso impero.

E di tutto mi si può accusare ma certamente non di essere uomo di sinistra.