Villa Carcina: L’amministrazione comunale sostiene il progetto ABE&friends

0

Una squadra per la vita. É questo lo slogan per la nuova squadra di calcio presentata lo scorso giovedì, nella Chiesa di Villa nell’ambito del Palio delle Contrade, promossa dall’ABE, l’associazione Bambino Emopatico (ABE) di Brescia, in collaborazione con il CSI provinciale e con il Comune di Villa Carcina. Fondata nel 1981 da un gruppo di genitori di bambini affetti da leucemia, l’associazione ABE ha lo scopo di rendere ottimale il trattamento medico e sostenere psicologicamente e socialmente i bambini e le loro famiglie durante il periodo di cura, e collabora da più di vent’anni con il Reparto di Onco-Ematologia Pediatrica degli Spedali Civili di Brescia. Recentemente, un gruppo di volontari che collabora con l’associazione, capitanati da Fabio Bianchetti, ha pensato di far nascere una Società di Calcio (ABE&friends) che militi nel campionato CSI con l’obiettivo di far diventare la squadra di calcio un mezzo di comunicazione attraverso cui l’ABE possa far conoscere la propria attività. A tal fine è stata prevista una raccolta fondi da devolvere all’associazione sia tramite l’allestimento di un banchetto durante ogni partita casalinga ed esterna, sia con la ricerca si sponsor sensibili all’iniziativa. Proprio a questo scopo è stata presentata la squadra di calcio che militerà nel campionato di calcio CSI. Presidente della squadra sarà Marco Zambelli, noto giocatore del Brescia Calcio che ha così portato la sua personale testimonianza nell’ambito dell’associazione ma anche il suo impegno nelle realtà oratoriali bresciane. «L’amministrazione di Villa Carcina ha deciso di sostenere concretamente questo progetto affiancandosi alla Parrocchia di Villa e all’USO Bovezzo» sottolinea l’assessore ai servizi sociali di Villa Carcina, Moris Cadei «si tratta infatti di un’iniziativa che coniuga da un lato la sensibilità per i bambini ammalati di tumore e dall’altro promuove i valori dell’altruismo e della solidarietà sui campi da calcio». Alla serata di presentazione erano presenti anche don Marco Mori, direttore dell’ufficio oratorio della Diocesi di Brescia, Don Oliviero Faustinoni, parroco di Villa, Gianmaria Giraudini, Sindaco di Villa Carcina, oltre naturalmente lo stesso Zambelli.