Editoriale del mese di gennaio 2009

0

Ricordo una bella canzone degli anni della mia giovinezza,di Lucio Dalla, intelligente e pie na d’ironia, dedicata a un amico, sui tempi di crisi. «Vedi caro amico – cantava Dalla – che cosa si deve inventare per poter riderci sopra, per continuare a sperare». Chi, come noi, ha sempre pensato che la Valtrompia è una terra piena di risorse, anche quando sembrava che tutto dovesse precipitare, pensa che il 2010 sarà un anno migliore del 2009. A cominciare da questo mese, quando tutti gli indicatori economici avranno segno positivo. Certamente un effetto statistico rispetto ai dati catastrofici dell’anno scorso. Ma vogliamo credere che su questi dati possiamo arrampicarci per scalare una ripresa possibile. Se solo avremo la consapevolezza che la strada è dura e in salita, ma in cima può aprirsi lo spaccato di un cielo sereno. Con l’impegno quotidiano dei lavoratori, delle imprese e dei professionisti. «L’anno che sta arrivando – concludeva Dalla – tra un anno passerà. E io mi sto preparando, è questa la novità». Sarebbe un ottimo inizio.